Notizie di Ravenna su cronaca, politica, cultura

Lunedì 20 Febbraio 2017

Lieto fine

L'orchestra multata suona in municipio
per fare pace.  E il sindaco invita
i giovani a tornare nel 2015

Il concerto proposto per il 15 giugno rinviato per la partenza già programmata del gruppo che rientrerà in Germania. Lo staff di Ra2019 conferma: pagherà la multa di 150 euro  

Il concerto di riparazione per ratificare la pace tra la città di Ravenna e la scuola di musica tedesca multata per aver suonato in piazza senza permessi non si farà domani, 15 giugno, ma nell'estate 2015. Il viaggio di rientro in Germania per gli alunni della Westlicher Hegau già programmato per la giornata di domani ha costretto a far slittare a data da destinarsi l'invito rivolto ai ragazzi dallo staff di Ravenna 2019.

«Ci vediamo a Ravenna il prossimo anno». Con queste parole il sindaco Fabrizio Matteucci ha salutato l'orchestra, diretta da Thomas Dietrich, che si è esibita stamani in un inatteso concerto nella sala Maraldi del municipio. «Vogliamo dare valore al vostro talento - ha proseguito il sindaco - e vorremmo avervi con noi la prossima estate e organizzare assieme un concerto qui a Ravenna».

La vicenda è ormai nota: nella mattinata di mercoledì la polizia municipale ha trovato i giovani alunni, tra 14 e 21 anni, sprovvisti del permesso richiesto dal regolamento comunale per gli spettacoli di strada. Questo ha portato a una multa da 150 euro (solo per l'accompagnatore e non per tutti i musicisti) come già accaduto a Pasqua con il flautista tedesco Klaus Peter Diehl (per ulteriori dettagli vedi tra gli articoli correlati).

Questa mattina I giovani musicisti tedeschi hanno dedicato i due brani eseguiti alla città di Ravenna in segno di amicizia. Nell'occasione, il direttore Dietrich ha ringraziato il sindaco e lo staff di Ravenna2019 per essere stato ricevuto e il coordinatore della candidatura, Alberto Cassani, ha ribadito che «Ravenna è una città aperta a tutti coloro, soprattutto giovani, che si esprimono attraverso i linguaggi artistici».

Da parte dello staff 2019 è stato confermato l’impegno di pagare la sanzione di 150 euro, comminata alla giovane orchestra nei giorni scorsi per violazione al regolamento degli artisti di strada. I musicisti, dal canto loro, hanno presentato ricorso formale affinché venga cancellata la multa.

13 - 06 - 2014
© riproduzione riservata

commenti

Frida_K 13 Giugno 2014
Davvero stucchevole! Prima li multano e poi ora gli propongono un intero concerto, senza neppure - immagino - averli sentiti suonare. E loro poi non si accorgono di essere 'usati'. Sono basita.

eric arthur blair 13 Giugno 2014
@frida sono curioso, come risolverebbe lei il pastrocchio? bruciamo tutti i ragazzini della scuola e sganciamo una bomba atomica su ravenna? mi metto qui seduto con il pugnetto a reggermi il mento mentre attendo la sua risposta...

Frida_K 13 Giugno 2014
La forma è sostanza e siamo stufi dell'ipocrisia senza scrupoli dei politici. Forse lei non si rende ben conto eric ma in questi casi il sorriso da orecchio a orecchio del signore lì in mezzo è fuori luogo o suona come uno sfottò. E' solo che si desidererebbe più dignità e asciuttezza, ed invece ecco ancora demagogia e uso/abuso impudente o quanto meno disinvolto dei media. Forse lei è più abituato di me o ha più pelo sullo stomaco, ma io pretenderei più serietà da queste persone e meno cinismo. Sarò un'illusa? Forse, ma non credo di essere la sola a pensarlo. Ora se vuole può togliere il pugnetto dal mento. :)

eric arthur blair 13 Giugno 2014
magari fossero più cinici, magari signora mia. se fossero stati più cinici ci saremmo risparmiati la patetica sceneggiata del "tranquilli paghiamo noi la multa". ma che cazzo vuol dire che la pagano loro?!?! e il flautista della minchia di pasqua quindi se lo prende nel sedere perché è stato solo il primo a farsi multare? magari fossero cinici. SVEGLIAAAAAAAAAA!!!!11!!1!

marco minnozzi 13 Giugno 2014
si dice ( nel sito del Fatto quotidiano..) che in origine la multa, doveva essere di 150 euro a testa visto che ogni ragazzo aveva con sé uno strumento "atto a delinquere". Poi, rendendosi conto della bischerata, hanno deciso di farla solo all'accompagnatore.. e dopo, molto acutamente, Cassani ha deciso di pagarla lui e la sua banda sciagurata..da seppellirsi nel sabbione del racchettone in piazza del popolo!

materico 13 Giugno 2014
Mi ricorda tanto Brundibar.

materico 13 Giugno 2014
Quoto Frida... che mi sembra, da un po', peterstillmanizzata... :-) "Soprattutto giovani"? Cassani, ma smettila di fare il giovanilista e di ostentare la tua gerontofobia interessata. E dire che hai votato Cuperlo. (Così si è letto). E quando mi incontri, non fare quel sorrisino da renziano, abbi il coraggio di rispondere alle mie legittime critiche.

venus1944 14 Giugno 2014
Quoto Frida:classe politica inqualificabile,patetica e ignorante...Matteucci non ha il minimo controllo di una Polizia Municipale da anni allo sbando, con una Assessore simpatica ma completamente inadeguata e immatura, proveniente da un partito(per cosi' dire...) che non esiste piu', quindi inesistente politicamente.Cassani come al solito un serpentello che batte Matteucci uno a zero( si puo' proprio dire che gliele ha suonate...) entrambi veri e propri "zombie" della politica. Che a Ravenna, malgrado i salti mortali degli interessati, non si mai rinnovata, tanto che come candidati a Sindaco abbiamo: Corsini,al quale tranne un"olfatto" particolarmente buono non si puo' ascrivere nessuna dote;Cassani, da quando era bambino in politica senza avere mai avuto una idea sua(tranne Ravenna Capitale, che gli potrebbe miracolosamente portare fortuna);Matteo Cavicchioli,uomo senza qualita',una specie di Gambadilegno cittadino;e per ultimo, indovinate un po':VASCO ERRANI, il grigiore in persona!Avanti con la Cultura!!!!

materico 14 Giugno 2014
@venus1944... La primogenitura dell'idea di candidarsi a capitale eccetera, sarebbe, secondo gli annali, delle Albe. Quindi... :-)

materico 14 Giugno 2014
Detto molto francamente: potrà essere sindaco uno che da assessore fa passare e chiude gli occhi su un CONFLITTO D'INTERESSI grande come una casa? (Non a caso, il confliggente ha fatto e sta facendo la sua carriera!!!) Che garanzia di BUON GOVERNO avrebbero i cittadini? O che permette che una platea linci verbalmente un cittadino solo perché ha espresso una critica sul ruolo di Marco Martinelli? (E adesso fa il liberale, "apertura della città" se, proprio...) È tutto negli annali, tutto documentabile. Sui giornali non simpatizzanti, non su quello del Diretùr, ovviamente. Che ci provi: sarò il primo a tappezzare la città di manifesti. Se la dovrà sudare duramente. E ne uscirà comunque a pezzi. Come merita la verità. Se ne esiste una. E come è giusto che sia.

materico 14 Giugno 2014
Il Carlino, oggi, dà un altro resoconto dell'incontro con i musicisti e il loro accompagnatore, con risposte di ben altro tenore. Si parla di "Schiaffo"... e di rinuncia all'elemosina dello Staff 2019. Voglio proprio vedere se verrà pubblicato integralmente su questa testata.

andrea 14 Giugno 2014
Pagina intera sul Carlino che sicuramente vedremo anche su Ravenna & Dintorni dedicata all'ennesima figuraccia che i cittadini Ravennati anche se pur abituati da 7 anni a questa parte, non meriterebbero. I ragazzi musicisti infatti hanno rimandato la mancia al "nulla" che, come noto, da inizio mandato non ne ha azzeccata una neanche per sbaglio.

materico 14 Giugno 2014
I ragazzi vanno a suonare a Faenza. Hanno risposto picche, dando al sindaco e allo Staff 2019 una bella lezione di dignità; ed anche a questo giornale che attraverso alcuni suoi editoriali si ostina a pensare che solo perché sia in essere una candidatura occorra dimenticarsi di essere dei cittadini. Evidentemente le joint venture danno i loro frutti. La schizofrenia che mi ostino a far risaltare come tratto peculiare di chi ha in mano la città, esce, da questa vicenda, con un'immagine rafforzata. Oggi è un giorno di vittoria per peterstillman. La Nemesi si è compiuta. :-) PS Non occorre essere giornalisti per leggere la realtà, anzi, è controindicato.

materico 15 Giugno 2014
CHAPEAU! per l'accompagnatore e i ragazzi che hanno rifiutato l'elemosina (leggere il RdC). Ma questo Ravenna & Dintorni non lo scrive. Questo giornale non ha la necessaria distanza dalle questioni culturali della città avendo collaborazioni dirette e indirette con le imprese culturali e con l'amministrazione. Ce n'è abbastanza per un esposto all'Ordine!!!

Fritz 16 Giugno 2014
Quoto Frida

cristina 16 Giugno 2014
Si concordo non c'è la necessaria distanza nel giudicare l'applicazione dei regolamenti e delle leggi. Le 6000 presenze all'Hana- Bi durante il recente festival rock stanno alle 5000 del Rock a Nastro del Boca Barranca come gli eventi culturali della città stanno ai figli dei senatori del pd od agli amici degli amici degli amici (vedi il Gingini). Le ordinanze, le leggi, i regolamenti e le capienze valgono per qualche musicista di passaggio, per qualche orchestra, per qualche stabilimento balneare anzi per uno solo che si chiama Duna degli Orsi. Questa è la cultura ravennate . Fatevene una ragione E visto come funziona l'Italia fra Expo, Mose e varie, Ravenna rischia anche di vincere. Nel frattempo possiamo andare tutti al luna park con l'assessore al Turismo Corsini a rianimare il cadavere di Marinara. Buona cultura a tutti.

materico 16 Giugno 2014
Expo, Mose, Mondiali... http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/16/olimpiadi-e-mondiali-da-atene-al-qatar-gli-scandali-corruzione-sui-giochi/1029005/ Gli appetiti vengono mangiando.

lascia un commento

Non ti sei ancora registrato? Registrati ora e lasciaci il tuo commento.

Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Copia qui questo codice* :1755

 

I campi con * sono obbligatori.
Registrandomi accetto le condizioni d'uso di Ravenna & Dintorni.

 

Accedi con il tuo account

Email
Password

Password dimenticata?
Inserisci qui sotto la tua mail e premi il pulsante Recupera

Email

 
Copyright © Reclam Edizioni & Comunicazione - Viale della Lirica, 43 - 48124 Ravenna - www.reclam.ra.it
Credits: progetto e sviluppo di G&M Network Srl - Filosofia e Tecnologia Web - www.gemnetwork.it