Notizie di Ravenna su cronaca, politica, cultura

Sabato 25 Febbraio 2017

la novità

Una pasticceria contro il degrado
sotto i portici di piazza San Francesco

Ma mancano gli ultimi permessi. Palumbo: «Noi siamo pronti:
faremo dalle colazioni fino agli aperitivi, ma di sera chiudiamo»

In questo caso non si tratterebbe solo dell’apertura di un’attività commerciale, ma anche di un modo per combattere il degrado di quella che in molti considerano la più bella piazza di Ravenna.

Si tratta di piazza San Francesco, nel cuore della zona dantesca, dove sono in procinto di rialzarsi le saracinesche sotto i portici del palazzo della Provincia. Lì dove dal 1958 e fino alla chiusura del 2010 era presente il negozio di antiquariato.

Il bando indetto dalla Provincia per avviare una nuova attività è scaduto ormai più di un anno fa e, dopo varie vicissitudini, il locale è stato assegnato alla pasticceria tipica siciliana Palumbo, con già una sede poco distante, in via Nullo Baldini. Ora però il progetto è fermo per questioni burocratiche, in attesa in particolare del via libera della Soprintendenza, essendo il negozio inserito in un edificio vincolato.

«La nostra idea è quella di realizzare una caffetteria in grado di rivitalizzare questa piazza – ci raccontano i titolari –, con i tavolini sotto il portico e un’attività che vada dalle colazioni fino agli aperitivi, passando dalla pausa pranzo, chiudendo invece in orari serali».

La speranza è quella di riuscire ad aprire in autunno.

14 - 09 - 2014
© riproduzione riservata

commenti

Jaime 14 Settembre 2014
perchè in Piazza San Francesco c'è il degrado?Strano,io non avevo mai notato nulla...

Luc 14 Settembre 2014
Tim Barton, in mars attacks per sconfiggere gli alieni ha usato la musica country di Slim Whitman. Qui il "giornalista titolone" pensa di sconfiggere 4 vagabondi a suon di colesterolo ...

Quokka81 15 Settembre 2014
Ci sono esperienze in altre città d'Italia dove mettendo una buona idea imprenditoriale si sono potute risanare aree lasciate al degrado. Più che altro la domanda é cosa succederà quando scenderanno le serrande, visto che la piazza é famosa per i suoi abitanti notturni?

Jaime 15 Settembre 2014
Luc..il "giornalista titolone" fa il pesce in barile...sono tre anni e rotti che leggo questo giornale(prima cartaceo poi online che è più comodo),ma questi fenomeni sul porcaio che fanno i barboni gli ubriachi i marocchini e stronzi vari non hanno mai scritto una riga.Loro scrivono "degrado".Sul significato della parola degrado tu puoi fare tutte le supposizioni che vuoi.Ma da loro però non aspettarti spiegazioni.Perchè loro(la redazione intendo)sugli spacciatori tunisini che prima spacciano la droga sotto al naso dei turisti,e alla fine del giorno"lavorativo"cagano e pisciano di fronte facciata della chiesa non scriveranno mai niente.Niente.E' più forte di loro.Non ce la fanno

Jaime 15 Settembre 2014
Quokka..la pasticceria andrà avanti un paio di anni,poi chiuderà.Spero di sbagliarmi.Però:tu andresti la mattina a prendere il cappuccino con la brioche in un bar dovendo pestare un paio di siringhe,scansare la pisciata mefitica e,uscendo,ammirare la merda di qualche"risorsa"marocchina o tunisina che nottetempo ha deciso di liberarsi sotto i portici della Zona Dantesca?Ummhh...la vedo imbrogliata.In bocca al lupo all'imprenditore.E' un eroe,a suo modo

adartico 15 Settembre 2014
il degrado si combatte spostando dagli uffici alla strada un po di polizia/carabinieri/vigiliurbami/finanzieri/forestale/imboscati vari ecc ecc.

Tadeo Limardo 15 Settembre 2014
@Jaime. Quella di riempire positivamente uno spazio lasciato a se stesso è la strategia sperimentata (vedi i giardini pubblici di tossica memoria) del chiodo (buono) scaccia chiodo (cattivo). Oppure vuoi castrare o sgozzare i quattro derelitti che oggi stazionano in piazza San Francesco, sul sagrato della basilica magari vestiti di arancione e tu con con un bel coltellaccio in mano a dare il bell'esempio? Sorvegliare e punire!

Jaime 15 Settembre 2014
Limardo...vorrei sbagliarmi ma la pasticceria avrà vita dura.Il portico è sistemato proprio dove gli spacciatori e gli ubriaconi cagano e pisciano,lasciando i loro ricordini sul selciato e sul marmo del portico.Tu capisci che in luglio la cosa ha i suoi effetti,non proprio gradevoli.I cagoni e gli sbandati e gli spacciatori lì vivono e bivaccano,e cacciarli via sarà dura.Anche perchè sono tollerati con molta molta molta molta benevolenza e simpatia da parte delle autorità cittadine(Martina Monti,tanto per non fare nomi,ma non è l'unica),per determinate scelte politiche lassiste e buoniste.I vigili non sono mandati a controllare e scoraggiare gli sbandati in Piazza San Francesco,perchè devono staccare multe per potere incassare di più.Tutto qui

blondie 16 Settembre 2014
per i giardini pubblici sono stati di molto aiuto le inferriate e i cancelli e la chiusura notturna. So che una piazza chiusa non è piu' una piazza, ma forse valutare una soluzione simile per p.zza S.Francesco (anche se molto costosa) sarebbe proprio cosi' sbagliato?

RockinInTheFreeWorld 17 Settembre 2014
Palumbo fa ottime cose e io ci andrò di sicuro. Mi auguro che i ravennati vogliano recuperare lo spazio e godersi piazza San Francesco, che è veramente bella.

RockinInTheFreeWorld 17 Settembre 2014
Sul perchè i vigili non fanno i controlli nelle zone a rischio ho la mia idea che è questa: non sono assolutamente preparati professionalmente in caso di pericolo. Loro non ci vogliono andare e la giunta non ce li vuole mandare perchè in caso di disgrazia avrebbero problemi di coscienza, nonchè polemiche selvagge sull'aver mandato allo sbaraglio persone inadeguate.

ULTIMO 17 Settembre 2014
@Rockin...Può darsi sia giusta la tua teoria. E lasciamo le cose come sono? Allora che segnalino situazioni rischiose a chi può decisamente intervenire (carabinieri, esercito, nocs....). Ma non è giusto, perchè se diamo tali giustificazioni i vigili non fermeranno nemmeno auto sospette, ma solamente vecchietti e famigliole.

RockinInTheFreeWorld 17 Settembre 2014
Mica ho detto che è giusto così. Intanto, visto come vanno le cose, io farei una bella riforma della Polizia Locale in stile bobbies inglesi, togliendogli l'inutile arma. Li metterei in circolazione per la città, a piedi, con funzioni di controllo del territorio e l'incarico di effettuare segnalazioni di criticità e richieste di intervento. E a chi si permettesse di toccarli anche solo con un dito, galera.

Jaime 17 Settembre 2014
Rockinthefree..la giunta i vigili in Piazza San Francesco non ce li manda per una precisa scelta politica.Basta saperlo,poi si può discutere

Licitra 21 Novembre 2014
I vigili urbani a Ravenna servono solo a fare multe. Se fino a qualche tempo fa se chiamavi per un pronto intervento o rispondevano seccati o ti facevano la morale populista (chiamo per segnalare che ci sono sotto casa mia 4 tunisini che si accoltellano! Risposta: lei ha qualcosa contro gli extracomunitari? Lo sa che questo é razzismo?) oggi non é più nemmeno concesso al cittadino interloquire con la Polizia Municipale!!! qualche giorno fa ha notato, chiamando il 482999, che è stata eliminata l'opzione 7 del centralino automatico che all'opzione 7 finalmente diceva "parlare con un operatore"!!! Speriamo che l'abbiano reintrodotta!

Licitra 21 Novembre 2014
Su Piazza San Francesco purtroppo la volontà di non risolvere la situazione é più che evidente, basterebbe veramente poco: un'azione diretta delle forze dell'ordine. Sembra però che non ne abbiano alcuna intenzione, da circa 40 anni. Cerchiamo però di dar manforte al pasticcere eroe: andiamo numerosi nel suo bar a far resistenza passiva contro chi questa città la umilia e violenta, dagli spacciatori agli amministratori, che per rilasciare un permesso ci mettono degli anni!

lascia un commento

Non ti sei ancora registrato? Registrati ora e lasciaci il tuo commento.

Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Copia qui questo codice* :2116

 

I campi con * sono obbligatori.
Registrandomi accetto le condizioni d'uso di Ravenna & Dintorni.

 

Accedi con il tuo account

Email
Password

Password dimenticata?
Inserisci qui sotto la tua mail e premi il pulsante Recupera

Email

 
Copyright © Reclam Edizioni & Comunicazione - Viale della Lirica, 43 - 48124 Ravenna - www.reclam.ra.it
Credits: progetto e sviluppo di G&M Network Srl - Filosofia e Tecnologia Web - www.gemnetwork.it