Notizie di Ravenna su cronaca, politica, cultura

Venerdì 30 Settembre 2016

Alfonsine

Crisi e Equitalia, impreditore si impiccò
e ora si suicida anche la figlia 18enne

Tre anni fa il padre si tolse la vita nella ditta di famiglia, la ragazza
trovata in giardino. In un biglietto il dolore per la perdita del genitore

Si è impiccata a 18 anni nel giardino di casa ad Alfonsine. L'hanno trovata sabato scorso, 12 marzo. In uno scritto lasciato per i familiari tutto il dolore per la mancanza del padre. Che si era suicidato tre anni fa, impiccandosi nel magazzino della sua ditta in paese. Lui non lasciò scritti ma la famiglia trovò le cause di quel gesto drammatico nella crisi aziendale, nelle difficoltà opprimenti per garantire gli stipendi ai dipendenti, il mutuo sulla casa e l'ultima bastonata aggiunta da un cartella esattoriale di Equitalia da quasi 50mila euro. L'imprenditore aveva più volte manifestato il suo disagio per questa situazione parlando con il padre.

Chi conosceva la ragazza la ricorda come un'adolescente introversa e riservata. Dopo la tragedia del padre si era chiusa ancora di più in se stessa ed erano sempre meno le occasioni in cui la si vedeva in giro. I funerali si sono svolti ieri, 15 marzo, partendo dalla camera mortuaria di Alfonsine fino al cimitero di Ravenna per la cremazione della salma. La 18enne lascia la madre, fu lei a trovare il marito impiccato in azienda, e un fratello di vent'anni. La tragica vicenda ha scosso molto la comunità del paese già toccata duramente dal caso del padre, uno dei tanti imprenditori rimasti schiacciati dal peso della crisi.

16 - 03 - 2016
© riproduzione riservata

commenti

ULTIMO 16 Marzo 2016
Un'altra vittima di questa vergogna tutta italiana. Equitalia fu fondata da bersani e tramonti, giusto per avere un'idea, ed a tutt'oggi continua a generari incubi. E' ovvio che i debiti si devono pagare, ma il modo usato da questo ente nulla ha da invidiare a sistemi nazisti e sovietici. Condoglianze alla famiglia, quella che è rimasta, sperando che qualcuno renda giustizia, anche nell'aldilà, e ci sia un giudice che apra un fascicolo per istigazione al suicidio.

livius74 16 Marzo 2016
qualcuno mi spiega la differenza tra un usuraio mafioso ed equitalia? perché un debito con lo stato di 3/4000 euro appena passa nelle mani di equitalia triplica? E' davvero istigazione al suicidio!!!

adartico 16 Marzo 2016
da cliente ormai abituale di equitalia , se contano le maledizioni, le rivolgo a questo Stato assassino vessatore strozzino e indegno di tali origini.

Gnaus 16 Marzo 2016
Ma vi rendete conto di cosa state scrivendo? State attribuendo il gesto terribile di un'adolescente, che era piena di vita eppure covava un abisso di dolore nel profondo della sua anima, ad Equitalia! Vi darei degli sciacalli incapaci di provare qualsiasi sentimento di compassione umana..., lo farei se solo pensassi che servisse a farvi in qualche modo rinsavire. Tanto è inutile, non ve ne rendete neppure conto. Complimenti!

pilla 16 Marzo 2016
Che orrenda strumentalizzazione. In famiglia conoscevamo la ragazza e questo articolo dà quasi il voltastomaco..

Fioretto 16 Marzo 2016
Questo suicidio deve pesare sulla coscienza non solo di chi ha attivato equitalia ma soprattutto sui responsabili attuali Renzi e Padoan che continuano a tenete in vita questo strumento di killeraggio dai connotati che neppure la mafia nella sua storia è stata capace di applicare.

livius74 16 Marzo 2016
il titolo dice "crisi ed equitalia, imprenditore si impiccò e ora si suicida la figlia", non c'è scritto per colpa di equitalia si è suicidata la ragazza, ma il grande dolore della ragazza immagino provenisse in buona parte dalla perdita del padre, suicida per colpa di equitalia, non vedo come si possano tenere separati i due episodi di suicidio, lo strumento usuraio dello stato ha portato il padre alla disperazione e a compiere un gesto estremo, se poi la ragazza avesse altri problemi non lo so, ma di sicuro equitalia per questa famiglia ha fatto la sua parte!

venus1944 16 Marzo 2016
Sono decine ormai le persone che si suicidano tutti gli anni a causa di Equitalia, non vedo come scandalizzarsi di quanto riporta l'articolo.E' una vera istigazione al suicidio mediante lo strozzinaggio di stato...

Signo 17 Marzo 2016
Sarebbe semplice se fosse "colpa di equitalia", purtroppo i dati dicono che è falso. E mi prendo anche la briga di dimostrarvelo. I dati IStat di questa pagina: http://www.istat.it/it/archivio/68812 , ci dicono che in Italia, il totale dei suicidi nel 1993 era quasi 5000 /anno , calati nel 2009 a poco più di 4000. Questo altro articolo ci dice che i suicidi sono raddoppiati, ma poi precisa e dice quelli riconducibili a cause economiche. (da 89 nel 2012 a 149 e poi 201 nel 2014). Ma questi rappresentano solo una frazione del totale. Se sommiamo il dato peggiore (201) al totale precedente (4000) arriviamo a 4200, ben inferiore ai 5000 di 20 anni fa. Di fatto, vi potrei dimostrare che l'istituzione di equitalia ha diminuito il numero di suicidi in Italia. Il punto di questo discorso è che correlazione e causalità sono due cose diverse. La gente si suicida per via della crisi economica e non a causa di equitalia, lo faceva anche prima, e lo farebbe anche dopo. Per favore piantatela di usare le tragedie personali dei poveri cristi per fare campagna politica. E' esattamente quello che fanno i notiziari quando vi danno in pasto queste notizie. Inoltre, sempre dal rapporto Istat : "Si ricorda che il suicidio è un evento con una forte componente di emulazione ed è necessaria un'informazione responsabile da parte dei mezzi di informazione, come indicato nelle linee guida dell'OMS". Questo è il motivo per cui normalmente non si fa menzione degli altri 4000 suicidi che ogni anno funestano il nostro paese, ogni volta che Tv e giornali indugiano per giorni su queste storie, un'altra persona si avvicina un pò di più al baratro.

livius74 17 Marzo 2016
Signo tutta questa filippica per non capire che se anche solo ci fossero stati 10 suicidi di imprenditori in un anno a causa di equitalia, la crisi fa la sua parte ma il colpo di grazia lo sferra equitalia, sarebbe comunque istigazione al suicidio e lo stato è complice della morte di ogni singolo imprenditore soffocato da questi usurai, ovvio che il suicidio per motivi personali non finisca sui telegiornali, sono persone che in tutta autonomia hanno deciso di togliersi la vita peri i più svariati motivi, ma quando un imprenditore strozzato dai debiti viene portato a compiere il gesto estremo, perché anziché andargli incontro e cercare di concordare un piano di rientro, gli viene intimato di pagare più del doppio di quanto avrebbe dovuto corrispondere di tasse....si chiama usura!!! è così difficile da comprendere? devi sgranellare cifre su cifre per non capire questo semplice passaggio?

salvo5puntozero.tv 17 Marzo 2016
Leggere queste notizie mi da un dolore indicibile. Tutti noi che non facciamo abbastanza, nonostante abbiamo tutta la forza data dalla verità e dal numero(noi siamo il 99%) siamo responsabili di queste morti. Chi dice, continuo a pagare se no poi arriva la Guardia di Finanza o mi pignorano la casa o mi fanno una multa, chi non denuncia i criminali delle banche, chi non denuncia i magistrati complici (io mi accingo a denunciare un PM e un GIP) perchè se li fai incazzare ti querelano per calunnia, chi si piega da codardo, chi pur avendo una grande visibilità non denuncia e si limita ad aizzare il popolo contro i servi di turno, ha questi morti sulla coscienza. PM Valeria Biscottini e GIP Anna Maria Oddone vi sta per arrivare una bella denuncia per omissione di atti d'ufficio. Se volete querelarmi per calunnia accomodatevi....in un tribunale o l'altro, come querelante o querelato, il destino ha deciso che dovremo incontrarci....e per me sarà un piacere. Io non mi ammazzo....semmai dovrebbero farlo i venduti, i codardi e i finti oppositori di sta minchia!

luisaluisa 17 Marzo 2016
I giornali dovevano lasciar scorrere questa notizia senza divulgarla a mio parere. LA conoscevo ed ero felice che la notizia non fosse stata pubblicata

wp 17 Marzo 2016
Equitalia=SS

LELLO56 18 Marzo 2016
Quando il mondo ti crolla addosso. L'allarme sui rischi per i figli degli imprenditori vittime della crisi, come Confartigianato San Donà di Piave Ve l'avevamo già lanciato a suo tempo. La responsabilità e' di tutti noi, a tutti i livelli, che non sappiamo rifondare la nostra società 'civile' sulle macerie dell'insostenibile passato. Riposa in pace ragazzina, assieme al tuo papà.

Monzese 18 Marzo 2016
Sì, avete ragione, forse la colpa è della crisi e forse Equitalia non è che la "Triste Gabelliera" di quel cappio... Ma se la notizia ha fatto scalpore non è per strumentalizzazione, ma perché la questione è davvero sentita. Davvero tanta gente è stritolata dalla situazione. E con chi se la deve prendere se non con le mani che vede stringersi al suo collo? E le mani son quelle di Equitalia. Oppure può arrendersi. E non posso credere che una ragazzina di 18 anni, pur "con il suo carattere", colpita da un lutto del genere, non sia influenzata nelle sue (tragiche) scelte... Quindi il titolo, secondo me, è centrato.

lascia un commento

Non ti sei ancora registrato? Registrati ora e lasciaci il tuo commento.

Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Copia qui questo codice* :2084

 

I campi con * sono obbligatori.
Registrandomi accetto le condizioni d'uso di Ravenna & Dintorni.

 

Accedi con il tuo account

Email
Password

Password dimenticata?
Inserisci qui sotto la tua mail e premi il pulsante Recupera

Email

 
Copyright © Reclam Edizioni & Comunicazione - Viale della Lirica, 43 - 48124 Ravenna - www.reclam.ra.it
Credits: progetto e sviluppo di G&M Network Srl - Filosofia e Tecnologia Web - www.gemnetwork.it