Notizie di Ravenna su cronaca, politica, cultura

Sabato 25 Febbraio 2017

Il caso

«Rincari luce e gas illegittimi»
Class action di Codacons in regione

L'associazione per i consumatori: «Se gli aumenti sono dettati dalle speculazioni di alcuni grossisti allora c'è un illecito da punire»

Contro i recenti aumenti delle tariffe luce e gas scattati lo scorso 1 luglio (elettricità rincarata del 4,3 percento e gas dell'1,9), il Codacons lancia in Emilia Romagna una class action in favore degli utenti dell’energia residenti in regione. L’associazione a difesa dei consumatori pubblicherà l'11 luglio sul proprio sito internet il modulo per aderire all’azione collettiva e presenterà un ricorso al Tar del Lazio volto a bloccare i rincari. Chiunque disponga di una utenza energetica (elettricità o gas) potrà aderire alla class action per costituirsi parte offesa e chiedere la restituzione delle maggiori somme pagate in bolletta a causa dei rincari.

«L’Autorità per l’energia – scrive Codacons – ha denunciato speculazioni da parte dei grossisti, parlando di “strategie anomale adottate da diversi operatori sul mercato all’ingrosso dell’energia elettrica che hanno portato ad un rilevante aggravio di costi per il sistema e ad una alterazione del normale meccanismo di formazione dei prezzi nei mercati”. La stessa Autorità ha avviato un procedimento per punire le condotte poste in essere dai grossisti dell'energia elettrica e configurabili come abusi di mercato ai sensi del Regolamento Ue. Questo significa che le tariffe di luce e gas sono aumentate per effetto di un crimine e di condotte illecite e non certo per il normale andamento del mercato, circostanza vietata nel nostro paese e che avrebbe dovuto portare l’Autorità dell’energia a sospendere qualsiasi incremento per l’elettricità e per il gas». Presto verrà inoltrato un esposto alle procure di Roma e Milano sulla base della denuncia dell’Autorità per l’energia, affinché si indaghi per associazione a delinquere e truffa aggravata.

Infine il Codacons contesta duramente l’Autorità per l’energia che, «oltre ad aver autorizzato gli aumenti di luce e gas pur in presenza di speculazioni, sta nascondendo ai cittadini l’elenco dei grossisti accusati di condotte illecite, e ha pubblicato sul proprio sito internet solo la delibera di avvio del procedimento omettendo volutamente di rendere pubblico l’allegato A contenente la lista degli operatori coinvolti».

09 - 07 - 2016
© riproduzione riservata

commenti

ULTIMO 10 Luglio 2016
Da anni le materie prime hanno prezzi bassissimi eppure nessuno si è mai sognato di abbassare le tariffe. Ora addirittura aumentano di oltre il 4% ed a fronte di quale giustificazione? Sono centinaia di euro che a sto punto molte famiglie non possono più permettersi. E' forse una manovra per togliere la casa a chi magari non può pagare qualche bolletta? Direi che siamo oltre il fondo della decenza e se ci sono speculazioni vanno denunciate e gli autori processati.

lascia un commento

Non ti sei ancora registrato? Registrati ora e lasciaci il tuo commento.

Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Copia qui questo codice* :2200

 

I campi con * sono obbligatori.
Registrandomi accetto le condizioni d'uso di Ravenna & Dintorni.

 

Accedi con il tuo account

Email
Password

Password dimenticata?
Inserisci qui sotto la tua mail e premi il pulsante Recupera

Email

 
Copyright © Reclam Edizioni & Comunicazione - Viale della Lirica, 43 - 48124 Ravenna - www.reclam.ra.it
Credits: progetto e sviluppo di G&M Network Srl - Filosofia e Tecnologia Web - www.gemnetwork.it