Con Luca Barberini la tradizione del mosaico diventa surreale e pop

di Sara Capelli

Ravenna è famosa per custodire il più ricco patrimonio di mosaici risalenti al V e VI secolo. Luca Barberini, l’artista che vi presentiamo questa settimana, si appropria del linguaggio musivo per farne oggetto di una ossessione descrittiva e narrativa dal sapore pop e surrealista. I suoi mosaici, realizzati con tessere colorate su base neutra, rappresentano storie di vita reale, attuali, in una connessione tra passato e presente.
Grazie alla sua creatività e tecnica, Barberini ha ricevuto riconoscimenti in ambito nazionale ed internazionale. Ammiriamo la sua capacità di rivoluzionare un’arte così antica, rendendola contemporanea.
Osservando il suo profilo instagram, oltre ad apprezzare le sue opere, ci siamo affezzionate anche al lato umano: la famiglia è per lui fonte di ispirazione, segno di grande sensibilità. Se volete apprezzare il suo talento, esplorate le sue pagine su @lucabarberini.

CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 24 01 21