Se la parlamentare non sa con chi candidarsi, figuriamoci l’elettore per chi votare

Pare che gliel’abbiano chiesto tutti, di candidarsi. Dal Pd a La Sinistra a Europa Verde (a quest’ultima aderiscono i Verdi e Possibile e chi capisce il perché della divisione, scriva pure in redazione che siamo curiosi…). Ma l’europarlamentare uscente Elly Schlein, eletta nel 2014 con il Pd (da cui poi è uscita insieme a Civati) nella circoscrizione di cui fa parte anche Ravenna, ha scelto di non tornare a correre per Strasburgo perché, dice, «ci troviamo di fronte allo scenario che speravamo di evitare, con una frammentazione di quello spazio in più liste diverse». Dove “quello spazio” sarebbe il cosiddetto «terzo spazio» ossia «né con chi si pone in continuità con le politiche economiche e sociali che hanno aumentato le diseguaglianze anziché ridurle; né con chi a destra come a sinistra predica il ritorno ai confini nazionali, quando le sfide su cui ci giochiamo il futuro sono così chiaramente europee e globali». E aggiunge, «non sarò in lista, ma ovviamente farò campagna». Se lei non ha saputo scegliere e decidere con chi candidarsi, sarà legittimo aspettarsi che gli elettori di questo “terzo spazio” possano non sapere per chi votare…

leggi gli altri Bomboloni
DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19