Il tempo degli eroi per la libertà

Si puo vedere in questi giorni al Cinemacity di Ravenna il primo film del Teatro delle Albe dedicato ad Aung San Suu Kyi, trasposizione cinematografica di un mirabile spettacolo teatrale per la regia di Marco Martinelli con protagonista Ermanna Montanari. Il film racconta la resistenza eroica di questa donna che in silenzio, chiusa in casa agli arresti, riesce a combattere la propria battaglia per la libertà  contro una feroce dittatura in Birmania. Un film e un dramma da cui ne esce una figura limpida e cristallina, ma che arriva sul grande schermo proprio mentre su quella figura si allungano ombre pesanti – per la gestione dell’emergenza della discriminata minoranza musulmana Rohingya – ora che Aung San Suu Kyi è al governo del paese. Sulla leader birmana sono piovute critiche da tutto il mondo, a cui non ha voluto (o potuto) rispondere in modo convincente. C’è addirittura chi ha chiesto la revoca del Nobel per la Pace che le era stato conferito nel 1991 per la sua lotta tenace contro i soprusi e per la democrazia.  Diciamo che questa rappresentazione artistica ed emblematica delle Albe è un’occasione per riflettere sulla fragilità e le contraddizioni dell’animo e dell’agire umano con in mezzo l’ambiguità del potere, Della serie: c’è sempre tempo per decantare gli eroi per la libertà. Soprattutto se sono ancora in vita in terra…

leggi gli altri Bomboloni