Una Falanghina dalla bocca sottile

Assaggiamo una “Beneventano Falanghina” 2019 di “Arduini”. Un vino da poco imbottigliato che ha necessità di affinarsi in bottiglia solo per qualche settimana ancora ma se vi capita di berlo troverete una Falanghina dai sentori fruttati e floreali. Rose bianche, mela, pera, prugne selvatiche ed erbe aromatiche. Note citrine. Sfumature di melone bianco a regalare una impressione di frutto maturo. La bocca sottile e di corpo leggero. Citrino, erbe aromatiche, freschezza acida evidente e ancora un po’ sopra le righe.
Piacevole, fresco e buono per un aperitivo sotto l’ombrellone.

RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
CONSAR BILLB 07 – 24 01 21