Palpeggiava la figliastra dodicenne E obbligava i figli a rubare in spiaggia

Condannato complessivamente a nove anni e mezzo di pena

Palpeggiamenti, che aveva dovuto subire nello stesso periodo in cui il patrigno obbligava lei e altri due fratellini a rubare tra gli ombrelloni in spiaggia sulla riviera ravennate.

Per questo un 42enne tarantino – ma residente nel Ravennate – difeso dall’avvocato Francesco De Angelis è stato condannato a un anno e sei mesi di carcere.

La pena – citiamo un’agenzia dell’Ansa – è in continuazione con la precedente condanna definitiva a otto anni per maltrattamenti aggravati per avere obbligato i tre fratelli a rubare, per un totale di nove anni e sei mesi.

In questo caso l’accusa è quella di violenza sessuale aggravata. I fatti risalgono al 2011, quando l’uomo aveva palpeggiato nelle parti intime la figlia della compagna (lui era il patrigno), di appena 12 anni.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21