Il comandante del reparto operativo: «Sono convinto che Igor verrà trovato»

Il colonnello Sergi lascia Ravenna dopo sei anni: «Tante soddisfazioni umane e professionali». Due omicidi restano irrisolti: “il Russo” è sospettato per quello del vigilante alla cava di Savio. L’altro delitto è quello del venditore ambulante a Casal Borsetti. Il 12 settembre lascia anche il comandante provinciale Massimo Cagnazzo

Da sinistra il colonnello Massimo Cagnazzo (comandante provinciale) e il colonnello Antonio Sergi (comandante reparto operativo)

Dopo sei anni il colonnello Antonio Sergi lascia il comando del reparto operativo dei carabinieri di Ravenna e si trasferisce a Rimini per lo stesso incarico. Salutando la stampa e i colleghi ha colto l’occasione per ripercorrere le soddisfazioni umane e professionali vissute a Ravenna, dove arrivò da Perugia, ma anche una riflessione sui due omicidi del 2015 rimasti irrisolti: quello del 46enne venditore ambulante senegalese Mor Seye freddato con 5 colpi di pistola alla schiena sulla spiaggia di Casalborsetti il 12 settembre e quello del 42enne vigilante Salvatore Chianese ammazzato da una fucilata al cancello di ingresso di una cava a Savio il 30 dicembre. Per quest’ultimo episodio è sospettato l’uomo passato alle cronache come “Igor il Russo”: la caccia all’uomo tra Ravenna, Ferrara e Bologna si è risolta con un nulla di fatto ma Sergi non ha dubbi e ha fiducia nell’Arma: «Sono convinto che lo troveremo». Per quanto riguarda invece l’altro delitto al momento non ci sono indagati ma le indagini non si sono fermate: «Anche pochi giorni fa abbiamo fatto un nuovo accertamento, non molliamo la presa».

Sergi, 48 anni, ricorda gli inizi ravennati: «Il primo caso delicato fu l’omicidio di Kleant Sulkja a Castel Bolognese a febbraio del 2012. Un’indagine fatta analizzato fotogramma per fotogramma le riprese video della sorveglianza. Abbiamo messo in piedi una caccia all’uomo che stava stringendo il cerchio sui sospettati al punto tale che si costituirono da soli capendo che era solo questione di tempo». Parole di grande apprezzamento per i responsabili delle tre aree di riferimento del reparto operativo: «Persone straordinarie».

Il colonnello non può trattenere un velo di commozione salutando il comandante provinciale Massimo Cagnazzo: «È arrivato tre anni fa e si è creato un rapporto umano di grande stima. È stata una soddisfazione ricevere il riconoscimento della mia professionalità e l’attribuzione di compiti di responsabilità». Anche il colonnello Cagnazzo – che ha parlato di «doti non comuni di efficace investigatore» per Sergi – è in procinto di lasciare il comando provinciale di Ravenna: per lui l’ultimo giorno di servizio sarà il 12 settembre, andrà ad Avellino.

A sostituire Sergi sarà ora temporaneamente il maggiore Antonio Pisapia, comandante del nucleo investigativo. Entro un mese è atteso l’arrivo del nuovo comandante del reparto operativo. Mentre già dalla prossima settimana sarà a Ravenna il nuovo comandante provinciale.

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 13 – 19 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21