Trovato con 35 dosi di hashish, 21enne arrestato: «Spaccio per pagare l’avvocato»

Controlli della polizia in zona stazione: il giovane in auto con altri due estranei alla vicenda. Processo rinviato al 10 gennaio

Lo spaccio di hashish è l’attività che ha scelto per pagare la parcella dell’avvocato che l’ha difeso in occasione di qualche problema con la legge. Così si è giustificato un 21enne tunisino trovato dalla polizia a Ravenna in possesso di 35 dosi (42 grammi in totale) all’interno di un pacchetto di sigarette. Il giovane era sul sedile posteriore di un’auto, davanti due ravennati risultati estranei ai fatti: l’Opel Astra è stata fermata nel viale della stazione nella serata del 20 novembre.

I poliziotti hanno fatto scendere i tre occupanti accorgendosi che il tunisino aveva lasciato sul sedile il pacchetto di sigarette. Il giovane ha ammesso che la droga era sua, che i due ragazzi con cui era in compagnia erano totalmente estranei alla vicenda e che aveva comprato la sostanza stupefacente per rivenderla e procurarsi il denaro per pagare i debiti con il legale. L’unità cinofila della guardia di finanza ha perquisito il veicolo senza altri rinvenimenti.

Nel primo pomeriggio di oggi, 21 novembre, il giudice ha convalidato l’arresto concedendo i termini a difesa e il rinvio dell’udienza al 10 gennaio 2018: nel frattempo, sino alla data della celebrazione dell’udienza, ha applicato la misura dell’obbligo di firma in questura tutti i giorni.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
COFARI HOME LEAD MID 21 – 30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20