Strutture alberghiere pronte ad ospitare personale sanitario impegnato a Ravenna

Convenzione fra Comune, Ausl e associazioni di categoria del turismo per medici e paramedici non residenti

Coronavirus Personale Sanitario

foto di repertorio

Comune e Ausl hanno sottoscritto un accordo con le associazioni categoria ravennati per accogliere, nelle strutture ricettive e dell’ospitalità della città che si rendono disponibili, il personale sanitario impegnato in prima linea all’Ospedale di Ravenna nell’assistenza e cura dei malati di Covid-19.

La convenzione è stata siglata dal sindaco e dal direttore dell’azieda sanitaria con Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Confartigiato e Cna e riguarda la disponibilità di hotel, residenze turistiche, b&b, etc, in cui potere ospitare gli operatori sanitari non residenti in provincia di Ravenna

«Si tratta di una convenzione – dichiara il sindaco Michele de Pascale – che ha l’obiettivo di accogliere il personale medico e infermieristico, che in questo momento straordinario sta fronteggiando l’emergenza e che in alcuni casi si trova ad avere il proprio domicilio fuori dalla provincia. Stiamo lavorando anche su altre convenzioni per offrire accoglienza e per rispondere anche alle esigenze di altri operatori e volontari che stanno prestando il loro aiuto in questo momento di bisogno.
Ringrazio di cuore gli albergatori, gli imprenditori del turismo e le associazioni di categoria che fin da subito si sono messi a disposizione per offrire il loro contributo in questa difficile situazione.
I costi del pernottamento, che naturalmente sono stati ridotti ai soli costi vivi e di gestione – precisa il Sindaco –, verranno sostenutiti dall’ Ausl Romagna, grazie anche a fondi raccolti per questa emergenza. Anche per questo invito la nostra comunità a continuare a donare come sta già facendo con grande senso di solidarietà e generosità».

Attraverso il coordinamento della Direzione sanitaria dell’Ospedale e dell’Assessorato al Turismo del Comune di Ravenna saranno individuate le necessità e incrociate con le disponibilità delle strutture di accoglienza. La convenzione avrà validità fino al 3 aprile e sarà rinnovabile a seconda dello stato di emergenza comunicato dalle autorità. L’imposta di soggiorno sarà esentata, parificando in questo momento di emergenza il personale sanitario agli addetti di protezione civile in servizio.

A questo proposito ricordano gli estremi per effettuare donazioni all’Ausl della Romagna:
con un bonifico sul conto corrente della Azienda Usl della Romagna – Intesa San Paolo – Iban IT34W0306913298100000300064 – Tesoreria Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna precisando nella causale una eventuale motivazione per la donazione.
Si può utilizzare il modulo scaricabile dal seguente link: https://www.auslromagna.it/notizie/item/2741-donazioni-ausl-corona-truffe-modalita-ufficiali.
In aggiunta, per andare incontro a coloro che vogliano attivare vere e proprie sottoscrizioni, è stata attivata una mail dedicata, donazioni@auslromagna.it, che i promotori delle raccolte fondi sono pregati di contattare al fine di coordinare il lavoro.

 

ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20