Ecco tutti i marchi dei 51 nuovi negozi nel raddoppio del centro commerciale Esp

Abbigliamento, ristorazione, elettronica: le novità nei 19mila metri quadrati di espansione

51740Mentre prosegue spedito il cantiere per il raddoppio del centro commerciale Esp, arriva l’annuncio ufficiale di quali saranno i marchi che prenderanno casa tra i 43 negozi e 8 punti ristoro dei nuovi 19mila metri quadrati.

Per il settore abbigliamento e calzature apriranno sette medie superfici: Bershka, Pull&Bear, Ovs, Kiabi, Piazza Italia, Scarpe&Scarpe e un grande store di un marchio internazionale di cui ancora non viene rivelato il nome. In altri spazi ci saranno poi i marchi: Tezenis, Amy B Firenze, Fabbri Boutique, Timberland, Tally Wejil, Nuna Lie,  Zuiki, Adidas, Rinascimento, Floreiza, Scorpion Bay, Doppelganger, Sketechers, Mixerì, Zeta Generation, Scooter, Sirmoney, Jack&Jones, Primadonna,  Valerio 1966.

Il mondo dell’elettronica si arricchirà con il marchio della mela morsicata di Cupertino: spazio infatti a un Apple Premium reseller

Gli accessori per la casa saranno in vendita in tre medie superfici: Maison du Mondde, Casa Store, Pet Store Coop. E poi Thun.

Nel settore benessere e accessori per la persona l’elenco dei brand include: Bottega Verde, L’erbolario, Wycon cosmetics, Anna Virgili, Obag, Blue Spirit, Swarovski, Bijou Brigitte, Guscio Cover, Blue Spirit.

Come già annunciato, non mancheranno i servizi di ristorazione: Mozzarella e Basilico,  Gustavo Osteria Romagnola, Alice Pizza, Pianeta Piada, Pani Cunzato, Lets Toast, Pollo&Friends, Sushione.

Infine tra i servizi anche Vittorio Barber Shop.

L’inaugurazione, secondo le ultime notizie fornite dai promotori dell’investimento, è prevista tra la fine di maggio e l’inizio di giugno, quando saranno passati diciannove anni dalla prima apertura della struttura a ridosso della statale 16 Adriatica. L’ampliamento, progettato dalla società cooperativa Inres e dall’architetto Carlo Sadich, è di 19mila metri quadrati (di cui 13mila di area vendita) per arrivare a un colosso con una superficie complessiva di 47mila metri quadrati (di cui 31mila di area vendita). Il design sarà realizzato in linea con l’ultima recente ristrutturazione (la pavimentazione come elemento di unione con l’attuale edificio): il passaggio di collegamento sarà dove oggi si trova il negozio Deichmann. Arriveranno oltre mille nuovi posti (960 auto, 398 bici-moto) che si aggiungeranno ai circa tremila già esistenti (2.650 auto, 247 bici-moto). A farsi carico dell’investimento da 50 milioni è la società per azioni Immobiliare Grande Distribuzione (Igd), proprietaria del centro commerciale. Igd, nata a fine anni novanta, sviluppa e gestisce centri commerciali su tutto il territorio nazionale (è presente in undici regioni) e vanta una presenza importante nella distribuzione retail in Romania (15 centri). La società è stata la prima in Italia nel 2008 a entrare nel regime Siiq (società di investimento immobiliare quotata): uno specifico sistema societario che sposta la tassazione dai ricavi ai dividendi (quindi dalle società ai soci) a condizione di rispettare alcuni rigidi parametri. I soci di maggioranza di Igd sono Coop Adriatica (44 percento) e Unicoop Tirreno (13 percento). Il patrimonio immobiliare, valutato in circa 1,9 miliardi di euro al 31 dicembre 2013, comprende in Italia: 19 tra ipermercati e supermercati, 19 tra gallerie commerciali e retail park, 1 city center, 4 terreni oggetto di sviluppo diretto, 1 immobile per trading e 7 ulteriori proprietà immobiliari.