Porto in stallo: per ora l’andamento del traffico merci è lo stesso del 2017

I container sono ancora in sofferenza, con qualche timido segnale sull’import. A fine aprile il tonnellaggio movimentato segna un saldo negativo dello 0,38 per cento

Csm Salvage2 3011d13de4Arrivati ad un terzo dell’anno, il porto di Ravenna vede il suo traffico grosso modo in linea con il 2017. Secondo i dati diffusi dall’Autorità portuale, a livello percentuale si registra un lieve calo (0,38 percento). In totale sono transistate dal Candiano 8,490 milioni di tonnellate di merci, 32mila in meno rispetto allo stesso periodo del 2017.

Sono ancora in “rosso” i container: – 3,84 percento ma a ben vedere, dopo oltre un anno di andamento negativo, emerge un primo segnale positivo su questo fronte. L’import è infatti in attivo: prendendo in considerazione soltanto i container pieni c’è una bella crescita del 6,45 percento. Le buone notizie si fermano però qui perché questo trend di crescita è annullato, almeno dal punto di vista della statistica, dal -6,93 per cento dell’export. I container pieni imbarcati sono infatti diminuiti di 2.210 teu. I container vuoti, movimentati a scopo logistico, sono diminuiti del 26,47 percento per quanto riguarda lo sbarco mentre gli imbarchi sono cresciuti del 24,85 percento. In totale, quindi, a Ravenna sono stati movimentati 70.865 teu contro i 73.696 dello scorso anno.

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

Per quanto riguarda le merci non unitizzate, i primi quattro mesi dell’anno sono stati particolarmente positivi per i prodotti agricoli (+32,24 percento). Minerali greggi, manufatti e materiali da costruzione sono in crescita del 6,08 percento. Leggermente positivo anche l’andamento dei prodotti metallurgici (+1,4 percento). Dimezzato invece il traffico di minerai e cascami metallarugici (-50,70 percento, ma si parla di un traffico relativamente piccolo, appena ventimila tonnellate) e le derrate alimentari solide virano al primo terzo dell’anno con un poco rassicurante -17,65 percento. Questo dato è compensato dall’altro fronte dell’alimentare: quello delle derrate liquide, in crescita del 22,59 per cento.

L’anno crocieristico è invece partito bene: sono già 4.237 i passeggeri passati da Ravenna. Tre le navi arrivate a Porto Corsini mentre lo scorso anno nello stesso periodo furono solo due, con soli 376 passeggeri. Un dato che però è al momento poco significativo: per fare un bilancio del traffico passeggeri bisognerà attendere novembre, quando l’anno di questo particolare settore potrà dirsi terminato.

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
BRONSON TRANSMISSIONS BILLB MID2 16 – 23 11 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19