Svolta in Darsena, Cmc vende i propri terreni. Già formalizzata un’offerta

Pubblicato un bando privato da 18 milioni. La cooperativa manterrà la propria sede e si occuperà dei lavori

©gbiserni0906160028Cmc ha messo ufficialmente in vendita la propria sede e i terreni di sua proprietà lungo via Trieste, nel cuore della darsena di Ravenna.

La notizia è stata messa nero su bianco in un comunicato inviato alla stampa e il 20 gennaio è stato pubblicato il bando privato sul portale delle aste giudiziarie di Ravenna (Cmc, come noto, è attualmente in concordato). Si parte da un prezzo base di 18 milioni di euro per un’area più che strategica della darsena, quella che comprende anche il centro operativo e direzionale della cooperativa e l’ex bitumificio, dove potranno essere realizzati spazi commerciali e residenziali, oltre ad aree verdi.

CONAD VINI PETER ZEMMER MRT 17 – 28 02 21

Le offerte potranno essere inviate entro il 9 marzo, ma secondo indiscrezioni raccolte dai quotidiani locali, sarebbe già arrivata un’offerta importante, probabilmente difficile da superare, da parte del gruppo Cia-Conad, già proprietario del vicino Sigarone, che potrebbe così nuovamente rientrare in un grande progetto di riqualificazione della Darsena.

Si tratta di «un’interessante proposta già formalizzata» – scrive la Cmc nella nota, spiegando di aver voluto emettere un bando privato «affinché tutti gli interessati possano partecipare a una gara competitiva, misurandosi con l’offerta ricevuta».

Cmc manterrà la propria sede nell’attuale comparto, «poiché il bando prevede che sia edificato e consegnato alla Cooperativa un nuovo edificio per la propria sede, più funzionale e moderno».

L’offerta già ricevuta – rivela la Cmc – «è costituita da una proposta irrevocabile d’acquisto dell’intero compendio immobiliare, il conferimento a Cmc di tutti i lavori dello sviluppo dell’intero comparto nonché il comodato d’uso gratuito per la sede attuale e i relativi piazzali per il tempo necessario alla consegna della nuova sede. In sintesi l’operazione prevede quindi l’incasso, in pochi mesi, del valore del compendio, l’azzeramento dei canoni di locazione dell’attuale sede oltreché l’affidamento di un’importante commessa per l’esecuzione di tutti i lavori e la realizzazione dei nuovi uffici».

«L’operazione avviata – dichiara il presidente Alfredo Fioretti – dà seguito alla volontà, espressa negli anni, di sviluppare una vasta area industriale a ridosso del centro storico, le cui potenzialità sono rimaste inespresse per lungo tempo e la cui riqualificazione porterà beneficio a tutta la comunità ravennate. Cmc quest’anno taglierà il traguardo dei 120 anni dalla sua fondazione e l’obiettivo è di farlo continuando a partecipare da protagonisti allo sviluppo del territorio locale».

SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 28 02 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 28 02 21