Il primo bilancio di sostenibilità dell’Autorità portuale

Presentato il documento che descrive l’organizzazione di Ap e la sua governance, pone attenzione alla valutazione dell’impatto e del contributo dell’Autorità portuale al raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 adottata dalle Nazioni Unite

NAVE JOLLY VANADIO PORTO RAVENNAL’Autorità portuale di Ravenna ha presentato il primo bilancio di sostenibilità. Il documento descrive l’organizzazione di Ap e la sua governance, pone attenzione alla valutazione dell’impatto e del contributo dell’Autorità portuale al raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 adottata dalle Nazioni Unite. Importanti sono stati anche gli obiettivi del Word Ports Sustainability Program Charter, Programma che individua cinque tematiche di riferimento relative alle attività portuali (infrastrutture resilienti, Energia e Clima, Sensibilizzazione della comunità e dialogo porto-città, Salute e Sicurezza, Governance ed Etica).

Con il bilancio di sostenibilità l’Autorità portuale intende condividere le attività svolte e gli obiettivi futuri che sta perseguendo per una crescita sostenibile e responsabile del Porto di Ravenna, identificando e rendicontando in un documento chiaro e di semplice lettura le tematiche maggiormente rilevanti in tema ambientale, sociale e di Governance che hanno un impatto diretto sulle attività e sulle decisioni degli stakeholders.

Gli obiettivi strategici di sviluppo commerciale ed infrastrutturale sono stati integrati con l’innovazione tecnologica, la digitalizzazione, la sostenibilità ambientale e sociale, l’inclusività, la tutela del territorio e la sicurezza dei lavoratori, tenendo in considerazione l’importanza del coinvolgimento degli stakeholders e dell’impatto sulla Comunità Portuale e sul territorio.

Il 2021 è stato un anno particolarmente significativo per il Porto di Ravenna, non solo per il record storico di merce movimentata, con oltre 27 milioni di  tonnellate ma anche per l’avvio del Progetto Hub Portuale, per le attività svolte in relazione al nuovo Terminal Crociere, inclusa la realizzazione del nuovo Parco delle Dune e la progettazione del sistema di Cold Ironing per consentire l’alimentazione elettrica delle navi da crociera in sosta in banchina e contribuire, insieme a tutte le altre progettualità in corso, alla strategia “zero emissioni” in ambito portuale. È’ stato inoltre sottoscritto dall’Autorità Portuale il Patto per la Parità di Genere che, insieme al costante investimento nello sviluppo e nella formazione del personale, vuole contribuire in modo sempre alla tutela delle opportunità per tutti i lavoratori, uomini e donne, all’interno dell’Ente.

In tema di Innovazione e Security, sono state investite risorse significative per la semplificazione delle procedure inerenti le attività dell’Autorità e l’implementazione della digitalizzazione dei processi, dallo Sportello Unico Amministrativo al Port Community System.

L’Autorità Portuale ha pure, In tema di sostenibilità ambientale, adottato una Politica Ambientale ed un Sistema di Gestione Ambientale conforme alla Uni EN ISO 14001:2015, definendo una politica di miglioramento continuo per garantire la sicurezza e la qualità ambientale in ambito portuale mantenendo un impegno costante nell’identificare ed esercitare azioni orientate ad uno sviluppo economico compatibile con l’ambiente ed implementando specifiche misure volte all’efficientamento energetico ed alla riduzione delle emissioni e promuovendo un più razionale uso dell’energia ed una riduzione dei consumi diretti attraverso l’autoproduzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (per esempio con un impianto fotovoltaico da 30 KW sul tetto della sede, un impianto eolico da 10 KW e la sostituzione di proprie auto alimentate a gasolio o benzina con auto ibride o elettriche).

Rispetto all’importante tema della salute e della sicurezza nel Porto di Ravenna, l’Autorità Portuale che da tempo lavora per innalzare in modo strutturale e permanente i livelli di sicurezza nello svolgimento delle attività portuali ed i livelli di formazione dei lavoratori, nel 2021 ha contribuito al “Progetto sicurezza del Porto di Ravenna” ed ha messo a disposizione del Sistema Integrato dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza di Sito uno spazio dedicato.

UNIVERSO BILLB 04 – 14 08 22
PERCORSO GASTRONOMICO 2022 BILLB 05 – 29 08 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22