Approda in porto a Ravenna, primo in Italia, un carico di cereali dall’Ucraina

Ad accoglierlo l’ambasciatore ucraino Melnyk che ha incontrato il sindaco De Pascale: «Faremo un gemellaggio con una delle nostre città portuali». FOTO

Nave Da Ucraina 082022

L’arrivo al porto di Ravenna della nave portacereali dall’Ucraina

È approdata nella tarda serata di ieri, 12 agosto, ai Docks Cereali del porto di Ravenna, una nave proveniente dall’Ucraina – la prima in Italia dopo l’inizio del conflitto e il recente “sblocco“ diplomatico dei commerci via mare di materie prime alimentari – con le stive piene di 15mila tonnellate di semi di mais, destinato ai produttori di mangimi italiani.

Il cargo Rojen, battente bandiera maltese, è stato accolto nello scalo ravennate dall’ambasciatore ucraino in Italia, Yaroslav Melnyk, che in municipio è stato ricevuto dal sindaco De Pascale e dall’assessora alle attività produttive Anna Giulia Randi. Oltre alla crisi internazionale e alle relazioni economiche e commerciali che legano il porto ravennate alla nazione ucraina, si è parlato anche di un accordo di gemellaggio fra Ravenna e una delle città portuali del paese dell’est, probabilmente Odessa o Mariupol.

Dopo i controlli sanitari e legali del carico effettuati dall’Agenzia delle Accise Dogane e Monopoli oggi, 13 agosto, si sta procedendo allo scarico della nave che dovrebbe essere completato nella giornata di domani.
Intorno a Ferragosto è atteso l’arrivo in porto di un secondo bulk carrier proveniente dall’Ucraina, la Mn Secura, sempre con un carico di oltre 10mila tonnellate di granaglie per l’alimentazione animale.

Le seguenti foto dell’arrivo e approdo della nave Rojen al porto di Ravenna sono di Massimo Argnani.

 

LEGACOOP PROGETTO DARE BILLB VOTA 01 – 08 10 22
CGIL BILLB MANIFESTAZIONE 8 OTTOBRE 29 09 – 06 10 22
HOT RAMEN BILLB 03 – 09 10 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 09 – 31 12 22