«Tanta folla e sacrosante ragioni. CasaPound? Folclore nazionalista…»

La testimonianza di ravennati aderenti al Partito Italia Nuova che hanno partecipato alla manifestazione leghista

Pin a RomaSabato è partito per Roma anche un piccolo gruppo di aderenti alla neoformazione politica Partito Italia Nuova, fondata da Armando Siri, per partecipare assieme a militanti simpatizzanti leghisti della provincia alla manifestazione di piazza indetta da Matteo Salvini. Il Pin ha infatti aderito alla protesta della Lega contro il Governo Renzi, con alcune parole d’ordine di tipo economico e sociale che criticano la cosiddetta “Eurokrazia“, propongono il ritorno alla sovranità monetaria e, in particolare, una radicale riforma fiscale con l’applicazione di un’aliquota unica sui redditi del 15%, la cosidetta flat tax. Una proposta quest’ultima che piace al segretario del Carroccio Salvini.
Li abbiamo intercettati di ritorno da Roma per avere una breve testimonianza dell’evento politico e per capire come abbiano vissuto la condivisione della piazza con il movimento di estrema destra CasaPound, che ha creato un certo scalpore anche sui media.

Pina Ravenna«Beh posso dirvi che la piazza era pienissima – rivela Marco Fiuzzi che era a Roma con gli altri ravennati Giuseppe Falzi, Agnese Di Cristo e Michele Casali – Non mi sono mai interessato di politica se non per una certa simpatia per i grillini ed ora per le idee di Armando Siri. Hanno parlato molti personaggi di tante categorie, dagli esodati al sindacato di polizia, dai pescatori agli agricoltori, ai padri separati… E per quanta demagogia e populismo ci si voglia vedere, avevano tutti, delle sacrosante ragioni da esprimere. Ha parlato anche tale Stefano che non sapevo chi fosse, poi ho scoperto che era il leader di CasaPound. Più che nazismo e fascismo lo chiamerei nazionalismo e patriottismo. Non mi sembra abbia detto eresie. Sono arrivati per ultimi in piazza camminando come se marciassero con le loro bandiere e i tricolore. Ho notato molto folclore e qualche nostalgico col braccio alzato tipo saluto romano, quel gesto che tante tifoserie fanno negli stadi».

Armando Siri«Non mi sono piaciuti neppure i vaffanculo urlati a casaccio come pecore da tanti leghisti e altri manifestanti – continua Marco – La Lega a me non convince molto, come la Meloni del resto. Il suo intervento mi è parso povero di contenuti. Salvini ha fatto un discorso molto politico, poco approfondito eppure con diversi concetti importanti, che secondo me non sono suoi ma di Armando Siri e della piattaforma ideale del Pin. Per questo ritengo sia stata un’occasione per portare avanti una critica dura e motivata alle politiche di questo Governo e all’Europa che non ci rappresentano e non rappresentano una parte consistente degli italiani e per dare visibilità alle nostre idee alternative».

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21