Via Malva Sud, residenti preoccupati: «In zona prostituzione in forte aumento»

Secondo quanto spiegano alcuni cittadini, il fenomeno si è spostato dalla zona artigianale a quella residenziale. «Oltre al degrado c’è anche una situazione di pericolo»

Un gruppo di residenti di via Malva Sud segnala una situazione «ormai insostenibile» nella zona residenziale di via Malva Sud. Secondo quanto si legge nella nota inviata alle redazioni, un gruppo di squillo si sarebbe spostato dall’area artigianale di via Pineta Formica alla zona residenziale, creando «problemi di sicurezza».

Secondo quanto ricostruito dai cittadini, in particolare, nelle prime ore della sera, passeggiano in via Malva Sud, zona dove tra le altre attività si trovano anche una palestra e una banca, e il “via vai” di automobilisti in cerca di sesso a pagamento è cresciuto in maniera allarmante: «L’altra sera – spiega un residente – attorno alle 21, ho mandato mia figlia di 11 anni a buttare la spazzatura. Ebbene, per raggiungere i cassonetti, è stata costretta a transitare a pochi metri da una prostituta proprio mentre un cliente, con il finestrino abbassato, stava negoziando una prestazione. E’ una circostanza che spiega, credo in maniera esaustiva, il disagio di tanti residenti a cui, da qualche tempo, per colpa della prostituzione, è negato anche il piacere di una passeggiata serale nel parco».

COOP SAN VITALE MRT MATER NATURAE 12 – 25 10 20

Il rischio – sostengono i residenti – è che «la scarsa attività di controllo di quella porzione di territorio e l’evidente sottovalutazione del fenomeno da parte delle istituzioni, possa aumentare ulteriormente il numero delle prostitute». In alcune occasioni, infatti – spiega un altro residente – «i rapporti sessuali vengono consumati nelle auto parcheggiate nella zona, creando evidenti imbarazzi a chi da quelle parti transita a piedi o in bicicletta».

Ma il problema più serio – aggiungono – è la tipologia di personaggi che orbita attorno al mondo della prostituzione su strada: «Tutte le prostitute hanno un protettore – conclude un altro residente – che, ad orari ciclici, le vengono a controllare». Insomma – concludono all’unisono i residenti – «prima questa era una zona tranquilla, dove anche la sera si potevano fare quattro passi in serenità. Adesso, la situazione è cambiata radicalmente. Chi passeggia ad una certa ora deve fare lo slalom tra prostitute e clienti. Oltre al degrado, in tanti cominciano davvero ad avere paura».

STUDIO MARTINI ADV FLESSIBILITA LEAD TOP 19 – 25 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB BOTTOM 19 10 – 11 11 20