Dieci nomi per una nuova toponomastica dantesca: ecco l’elenco

Da Pino della Tosa che salvò le ossa a Piero Giardini che recuperò gli ultimi 13 canti: tante le persone che meritano di essere ricordate

DanteLa nuova toponomastica dantesca potrebbe ripartire da Pino della Tosa, che nel 1329 salvò le ossa di Dante da un incendio. Oppure da Anastasio Matteucci, che evitò loro la distruzione nel 1865. O, ancora, da Antonio Fusconi, per 46 anni devoto custo della tomba. Sono alcuni dei suggerimenti che tre esperti (Franco Gabici, Ivan Simonini e Alfredo Cottignoli) hanno suggerito al Comune per una nuova tipografia dantesca. Tra i suggerimenti anche Jacopo Alighieri, autore del primo Commento alla Divina Commedia nel 1322;  Pietro Alighieri, autore di 3 Commenti alla Divina Commedia; Antonia Alighieri, alla morte del padre Dante, si fece monaca col nome di Beatrice; Menghino Mezzani, autore dell’epitaffio “Inclita fama” per la Tomba di Dante; Giovanni del Virgilio, autore dell’epitaffio “Theologus Dantes”, ispirò a Dante le Egloghe; Bernardo Canaccio, fece incidere sul Mausoleo nel 1357 l’epitaffio “Iura monarchie”; Dino Perini, il “Melibeo” della prima Egloga di Dante; Fiduccio de’Milotti, l’“Alfesibeo” della seconda Egloga di Dante; Piero Giardini, contribuì al recupero degli ultimi 13 Canti della Divina Commedia e  Guido Novello da Polenta, principe illuminato di Ravenna dove accolse e onorò Dante.

A chiedere di elaborare un piano organico erano state cinque associazioni (Circolo Ravennate dei Forestieri; 50&Più; Casa Matha; Terre di Dante e Il Tremolar della Marina). Il piano, articolato nelle dieci proposte dettagliate elencate sopra, è stato formalizzato al Comune di Ravenna nell’agosto scorso dalle cinque associazioni promotrici. Ne è scaturito un lungo confronto con gli assessori competenti e si è arrivati ad una commissione che haregistrato il consenso unanime sull’insieme delle nostre proposte sia da parte dei gruppi di minoranza sia da parte dei gruppi di maggioranza, con la decisione di tenere in autunno una nuova riunione congiunta per renderle operative e impegnando gli uffici all’elaborazione di un piano di fattibilità da realizzarsi “in stretto dialogo con i proponenti” come gliassessori presenti hanno assicurato sia per il progetto di Parco Dantesco sia per le nuove intitolazioni nei percorsi intorno alla tomba del poeta.

FAMILA – HOME MRT2 13 – 19 02 20

ARKA ERGO STUDIO BILLB TOP E MID 24 01 – 29 02 2020
TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20