“Tempi di recupero”: nuove tendenze in cucina per abbattere lo spreco

L’incontro con l’autore a Ravenna, venerdì 8 marzo, alle 18, a “Saperi e sapori” in Darsena Pop Up

Tempi Di RecuperoNell’epoca dei tempi frenetici del consumo, dell’abuso e dello spreco – e stiamo parlando in particolare del mangiare e bere – si dovrebbero contemplare anche il tempi del recupero.
L’esortazione a ritrovare una certa parsimonia nell’utilizzo delle materie prime per la gastronomia, a sfruttare parti vegetali e animali che solitamente vengono buttate nella spazzatura, a riutillizare gli avanzi dei pasti, viene dal faentino Carlo Catani, che su questi temi di grande interesse e attualità ha realizzato un volume, Tempi di recupero, per l’appunto, di oltre 200 pagine.

Nell’impresa – che nasce da una lunga serie di incontri da lui ideati e condotti all’osteria della Sghisa a Faenza, dove queste belle e buone intenzioni sono state discusse, sperimentate e… degustate – Catani è stato affiancato da studiosi, esperti e professionisti del cibo come Lisa Casali, Franco Fassio, Martina Liverani, Massimo Montanari e Laura Pozzato.
All’interno il libro è ricco come un ottimo piatto, articolato con riflessioni, aneddoti, testimonianze, ricette, dati e consigli. Ben impaginato con belle foto di pietanze (di Andrea Piffari) e simpatiche ma esplicative illustrazioni firmate Andrea Zoli.

Tre sono i protagonsiti del percorso esemplificativo delle buone prassi del recupero evidenziate nel lbro che vanno dalla tradizione di azdore romagnole e cuochi di di osterie fino alle sperimentazione di chef creativi, magari anche stellati.
Tanti i nomi noti della gastronomia locale e anche dell’alta cucina. Tutti comunque accomunati dalla stessa passione per buono, ma anche il pulito e il giusto (anche nel senso di “antispreco”) che rievocano le parole chiave della missione di Slow Food.

Azdora ChefPeraltro, Carlo Catani è sempre stato vicino alla filosofia della chiocciolina, fra i fondatori nel 2004 della Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, di cui è stato direttore e con cui ancora collabora.
Catani è pure l’inventore di “CinemaDivino” e fra i primi a sostenere l’idea dei foodtruck e del cibo di strada di qualità. Oggi collabora anche con l’associazione regionale “CheftoChef emiliaromagna cuochi”.

«I tempi di recupero ­– spiega l’autore – sono la nostra interpretazione, conviviale e giocosa, dell’attenzione alla sostenibilità. Oggi, troppo spesso scartiamo cose che, attraverso vecchi e nuovi saperi, possono essere preziose per il nostro gusto e per il nostro portafoglio.
Il risultato è una varietà più ampia di ingredienti e quindi maggiori occasioni di mescolare e incrociare sapori e creare nuove possibilità per il palato. È questo che fanno i nostri protagonisti, utilizzare le loro conoscenze per tirare fuori il meglio dai prodotti che utilizziamo tutti i giorni. L’intento è quello di stimolare buone pratiche quotidiane, che possano arricchire la vita di tutti, attraverso il miglioramento di ciò che mettiamo nel piatto».

Per chi volesse saperne di più Carlo Catani sarà a Ravenna a presentare il suo libro, venerdì 8 marzo alle 18, per un incontro aperitivo alla scuola di cucina “Saperi e sapori”, in Darsena Pop Up.
Si può prenotare chiamando la maestra di cucina Rosella Mengozzi al tel. 3481539975.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
REGIONE ER GARANTI 2 BILLB 29 11 – 19 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21