Il volto di Dante sulla maglia da gioco del Ravenna

Dopo la sagoma della basilica di San Vitale e le stelle di Galla Placidia, ora la divisa firmata Macron rende omaggio al Sommo Poeta nell’anno del settimo centenario della sua morte

Foto Filippo Venturi

(Foto Filippo Venturi)

Nell’anno del settimo centenario della morte di Dante anche la maglia da gioco del Ravenna Fc rende omaggio al Poeta le cui spoglie sono custodite in città. Sul rosso porpora della prima divisa sviluppata con lo sponsor tecnico Macron campeggia il profilo di Alighieri: una composizione che parte dallo storico ritratto di Botticelli per spaziare nel contemporaneo, con un pattern triangolare che richiama alla street art e al murales di Kobra. La maglia ha debuttato con un successo nella partita dell’1 novembre in casa contro il Fano.

La società giallorossa fa un paragone tra i versi della Commedia e le sorti sportive del club: «Così come il Sommo Poeta tornò a rivedere le stelle dopo il faticoso viaggio all’inferno, così il club giallorosso è tornato a calcare i prestigiosi campi della serie C». Per dovere di cronaca va ricordato che il Ravenna l’anno scorso era retrocesso in D e ora milita di nuovo in terza serie grazie al ripescaggio dopo la mancata iscrizione di altre squadre.

NEW HOMENon è la prima volta che la divisa bizantina prende spunto dalla città, dai suoi monumenti e dalla sua storia. La passata stagione infatti fu la volta delle stelle di Galla Placidia: il rosso era impreziosito da un disegno che richiamava il noto dettaglio del mosaico nella cupola del mausoleo del V secolo. E l’anno prima invece era stata la sagoma della basilica di San Vitale a rendere davvero ravennate quella stoffa.

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 13 – 19 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21