Coldiretti: «Troppi cinghiali, fanno danni nei campi e causano incidenti stradali»

L’associazione di categoria chiede di intervenire con tutti i mezzi a disposizione per ridurre la popolazione degli animali selvatici che ormai è diffuso dalle colline alla costa

«Stiamo assistendo impotenti a una crescita di danni in agricoltura e di incidenti stradali per la proliferazione incontrolla​ta di animali selvatici come i cinghiali». Questa la denuncia di Coldiretti Ravenna davanti ad una diffusione che ormai si estende dalla montagna alla pianura, dalle campagne alle città, fino alla costa, «mettendo a rischio la sicurezza pubblica sulle strade e intorno alle abitazioni, con un drammatico bilancio di incidenti anche con perdite di vite umane».

L’allarme, lanciato più volte dall’associazione di categoria del settore agricolo sia a livello locale che nazionale, giunge a pochi giorni dall’ultimo incidente provocato proprio da un cinghiale e costato la vita ad un 63enne piacentino. «Un episodio avvenuto sulle strade della nostra regione – spiega Coldiretti Ravenna – che rappresenta solo la punta di un iceberg, poiché fra il 2012 e il 2017 in Emilia-Romagna gli incidenti causati da animali selvatici sono stati oltre 4.700, 400 dei quali provocati da cinghiali».

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21

Secondo un’indagine Coldiretti/Ixè otto italiani su dieci pensano che l’emergenza cinghiali vada affrontata con contenimenti mirati: «Va consentita, pur con tutte le precauzioni del caso, ogni ulteriore azione di contrasto da affiancare a quanto, sul fronte del controllo della specie, stanno già facendo con impegno gli Atc».

Coldiretti Ravenna, come più volte ribadito, ritiene indispensabile accelerare la piena applicazione del nuovo piano faunistico regionale, «strumento fondamentale per tutelare il reddito agricolo e garantire la sicurezza stradale e pubblica».

CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 31 01 21