La Consar inizia il 2019 all’insegna della classica sfida con la “nemica” Modena

Volley Superlega / La squadra di Graziosi è attesa domani, domenica 6 gennaio, al PalaPanini (ore 18) dall’ambiziosa Azimut Leo Shoes. Mancheranno i due opposti, Zaytsev e Rychlicki. Graziosi: «Vogliamo finalmente strappare punti a una squadra importante»

VOLLEY PALLAVOLO. Consar Ravenna Azimut Leo Shoes Modena 1 3.

Giacomo Raffaelli contro il muro gialloblù nella gara di andata

L’inizio del 2019 della Superlega coincide con la disputa della 16ª giornata, la terza del girone di ritorno, e della vera classica del volley italiano, ovvero Modena-Ravenna, giunte all’81° capitolo di una storia lunga ormai settant’anni, e scandita da numerosi trionfi ottenuti da entrambe le città, che oltre ad essere state tra le prime scudettate (dal 1946 al 1963 solo Parma è riuscita a insinuarsi tra la Robur e le varie società modenesi) sono state anche le ultime a vincere un trofeo: la Challenge Cup per quanto concerne il Porto RoburCosta Ravenna e la Supercoppa Italiana su sponda Modena.

Ma Azimut Leo Shoes-Consar di domani pomeriggio, domenica 6 gennaio (si gioca al PalaPanini alle ore 18, arbitri Cappello di Siracusa e Cerra di Bologna), è anche una partita ricca di significati e spunti tecnici. Entrambe le squadre devono fronteggiare un’importante assenza, quella degli opposti Zaytsev, infortunato, e Rychlicki impegnato con la nazionale del Lussemburgo in Azerbaigian nelle qualificazioni agli Europei del 2019. «Mi dispiace l’assenza di entrambi, ma tutte e due le squadre sono attrezzate per rimpiazzarli – evidenzia il tecnico Gianluca Graziosi – e anzi per noi è l’occasione buona per far giocare Argenta dall’inizio alla fine nel suo ruolo. Lui è un giocatore su cui abbiamo puntato forte, tanto che la squadra è stata costruita attorno a lui: dopo l’infortunio ha bisogno di ritrovare il ritmo partita e prima lo trova e meglio è per lui e per noi».

CONAD RAVENNA FEBBRAIO – HOME MRT2 01 – 24 02 19

Reduce da tre vittorie di fila nel periodo natalizio, l’Azimut vuole tenere il ritmo delle tre indiavolate battistrada mentre la Consar, che ha racimolato tre punti nell’identico trittico natalizio, punta a strappare i primi punti a una grande. Un tasto su cui batte anche il coach ravennate. «Entriamo nella fase cruciale del campionato, in cui sia chi si deve salvare sia chi deve lottare per le posizioni di vertice logicamente non può più sbagliare, quindi ci saranno undici battaglie nel vero senso della parola, e per quanto ci riguarda undici finali per centrare la salvezza. Contro Modena scenderemo in campo comunque sereni, ma anche animati dalla grande voglia di provare a portare via qualcosa a una squadra importante. Finora abbiamo avuto un percorso immacolato con le squadre del nostro livello, mentre con le grandi abbiamo fatto fatica.  L’unica partita in cui siamo andati più vicino a questo risultato è stata proprio quella con Modena in casa nostra all’andata, quindi magari proviamo a ripetere quella prestazione».

Non mancano poi dentro questa sfida gli elementi di pathos e di carico emotivo: tornano da ex al PalaPanini Andrea Argenta – «provo emozioni molto forti: quello di Modena è stato per me un anno molto intenso, dove ho avuto l’occasione di esordire in Superlega, e di giocare diverse partite. A Modena ho trovato una società stupenda, organizzata nel migliore dei modi, con persone competenti, per cui se uno mi fa domande su Modena non posso che parlarne positivamente. Mi sto impegnando e sto lavorando molto per cercare di farmi trovare pronto. Non sento la pressione, mi piace giocare a pallavolo e confido di disputare una bella gara» – e Pieter Verhees (a Modena nel 2014/15) che domani giocherà la sua 200ª partita in campionato.

DECO – PIADINA LORIANA CULT LEAD SPETTACOLI 01 01 – 31 12 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19