Fagiolino e i suoi amici tornano in scena con “Le arti della Marionetta”

Si comincia il 14 ottobre alle ore 17 con la festa di presentazione della nuova stagione all’Almagiá. Dal 22 ottobre parte il programma di spettacoli

Fontemaggiore burattini

Il tenace soldatino di stagno: una scena

Tanti volti di piccoli spettatori rimangono incantati ogni anno dalla magia di personaggi che si muovono vivi sulla scena, pur non essendo esseri umani. Sono burattini, marionette, luci e ombre de “Le arti della Marionetta”.

Quest’anno si comincia il 14 ottobre alle ore 17 con la festa di presentazione della nuova stagione presso le Artificerie Almagiá: a fare gli onori di casa Fagiolino Fanfan, insieme a due giovani compagnie, All’incirco e l’Atelier La Lucciola, la prima romagnola e la seconda siciliana.
Un pomeriggio per scoprire insieme tutti gli spettacoli che coloreranno l’inverno, stare insieme, fare merenda e parlare di teatro e di letteratura. Ingresso libero.

Il programma di spettacoli avrà inizio domenica 22 ottobre alle 17, sempre presso le Artificerie Almagià di Ravenna. Si apre il sipario con un classico della letteratura per l’Infanzia: Il tenace soldatino di stagno di Andersen nella fantasiosa versione del Centro di Produzione di Perugia Fontemaggiore Teatro.
Una programmazione ricca di produzioni delle migliori compagnie italiane che racconteranno storie tratte dalla letteratura classica come (il già citato) Il tenace soldatino di stagno, Cappuccetto Rosso, Il mago di Oz, Il segreto di Pollicino, Il pifferaio magico, Trecce Rosse; storie di “paura” come Piccole storielle malefiche; storie di vita quotidiana con protagonista il coniglietto Teo. Non mancheranno i classici burattini della commedia dell’arte, con Fagiolino e Sandrone protagonisti nel nuovo riallestimento de “La mirabilante istoria di Fagiolino” con musica dal vivo (una vera e propria piccola orchestra) e una ‘contaminazione ‘ che nasce dal lavoro con Cantieri Danza: lo spettacolo MARS Kids (studio) di Nicola Galli.

Artefici di queste produzioni alcune fra le compagnie italiane più rilevanti del settore della figura che operano nel campo dell’infanzia: Teatrino dell’Erba Matta di Savona, con l’incredibile lavoro di Daniele De Bernardi, un esempio di one show man, quasi unico in Italia, dove l’animazione e la recitazione acquistano una potenza straordinaria, amplificata dalla musica dal vivo; la tradizione del Maestro Burattinaio Presini di Bologna vive negli spettacoli di Riccardo Pazzaglia (I burattini di Riccardo); Il Teatro alla Panna di Senigallia, che unisce la tradizione del teatro dei burattini all’immaginario popolare, trovando una chiave drammaturgica ironica molto attuale; il Teatro delle Marionette degli Accettella di Roma, una delle Famiglie d’Arte Italiane, che opera senza interruzione da oltre 65 anni e promuove il teatro di figura nel loro bellissimo Teatro Mongiovino (EUR), negli anni dopo aver investigato il mondo della marionetta a filo, ha intrapreso un percorso di contaminazione fra i generi della figura con utilizzo di narrazione, ombre e pupazzi ed un forte interesse per i miti, le leggende, e le fiabe popolari.

Il Teatro dei Colori di Avezzano, che fin dall’origine ha sempre prediletto l’utilizzo delle figure in chiave contemporanea, costruendo una scena dove gli attori diventano animatori, in un gioco di continui rimandi; Fontemaggiore di Perugia, uno dei centri di produzione più attivi del Centro Italia, che ama fondere il proprio lavoro con esperti della figura come Maurizio Bercini e Marina Allegri, rispettivamente scenografi, registi e drammaturghi dello spettacolo che aprirà la stagione 17-18. Per ultimo gli organizzatori del Teatro del Drago, una delle più antiche formazioni teatrali italiane nel campo delle marionette e burattini che dal 1979 inizia un duplice percorso di lavoro: la conservazione e promozione della tradizione (vd Museo la Casa delle Marionette e gli spettacoli tratti dagli antichi canovacci ottocenteschi della commedia burattinesca) e nuove modalità di rappresentazione attraverso tecniche di costruzione originale (vd i movimenti del pupazzo Teo) che portano ad una personale drammaturgia per immagini.

Da molti anni la stagione teatrale presenta la sezione Almagià in Festa, tre giornate dedicate alle feste di Halloween, Befana e Carnevale. Da segnalare i due progetti di formazione del pubblico attivi anche questi da diverse stagioni: Il piccolo giornalista (nato 20 anni fa) e Le arti crescono (quinto anno). Fra le attività collaterali il ricco cartellone del Museo La casa delle Marionette, che anche nella stagione 17-18 presenta spettacoli, laboratori, workshop, eventi unici e momenti di approfondimento sul mondo della Figura.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20
COFARI HOME LEAD MID 21 – 30 09 20