Calenda e i compagni. Andrà meglio la prossima volta…

E dire che un fremito c’era stato, qui, in terra di ex bersaniani delusi e traditi da Renzi (che doveva far vincere le elezioni) e dallo stesso Bersani (che ha osato abbandonare la ditta). Con Zingaretti segretario, il Pd magari torna a essere di sinistra e a guardare la socialdemocrazia. Avanti tutta, compagni. Finalmente non ci sarà da turarsi il naso, finalmente si potrà tornare a votare Pd e smetterla con il mandare messaggi stando a casa, votando 5 Stelle o chi capitava. Poi arrivano le candidature per le Europee. E i compagni scoprono che il loro capolista è Calenda, Carlo (atteso a Faenza). Forse perché è di queste parti? Non risulta, nato e vissuto a Roma. Ministro nei governi Renzi e Gentiloni (quelli che hanno clamorosamente perso le elezioni). Uomo con qualche tendenza al protagonismo, iscritto al Pd da un anno (6 marzo 2018). Prima però è stato coordinatore politico dell’associazione fondata da Luca Cordero di Montezemolo che nel 2013 era candidato nella lista di Scelta Civica (quella di Monti, avete presente?). Cioè nel Nord Ovest hanno Pisapia, qui Carlo Calenda. Forza compagni, andrà meglio la prossima volta.

leggi gli altri Bomboloni
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20