Il (mancato) Governo, spiegato ai ravennati

Allora fate finta che a Ravenna il Movimento 5 Stelle (che è già il primo partito in città) e la Lega (che è già su cifre importanti) a una prossima elezione siano le uniche due forze in grado di ottenere una maggioranza. E fate finta che vogliano fare assessore al Bilancio tipo Gianfilippo Nicola Rolando, duca di San Bernardino noto per le oltranziste posizioni salviniane, che proprio non va giù – per dire – ad Antonio Patuelli o Ernesto Giuseppe Alfieri, insomma, a una personalità che dispone di risorse importanti per la città (non essendoci un Presidente del Comune…). E alla fine, quindi, si decida di non farne niente della maggioranza e si dia l’incarico alla Pigna (che Cottarelli lo ha pure già invitato da queste parti…). In attesa di nuove elezioni. Dove così la Lega potrà prendere più voti dei grillini e raggiungere il proprio scopo. A quel punto a fare l’assessore potranno metterci pure il più mite Alberghini, che tanto non ci sarà più bisogno di fare incazzare Patuelli…

Tutto questo è fantapolitica grazie, anche, al sistema elettorale dei Comuni, che perlomeno impedisce di vedere al governo della città La Pigna (con tutto il rispetto, ma restando solo sui numeri)… Ecco, non lo si potrebbe prestare per un giro al Parlamento per vedere almeno cosa succede?

leggi gli altri Bomboloni
WIND BILLB MID1 01 – 24 08 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 08 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20