Sgomento nel Faentino per la morte del 24enne volontario dell’Operazione Mato Grosso

Il giovane Paolo Badiali è la vittima dell’incidente in jeep nel bosco di Palazzuolo

577438 3154827316829 861512141 N

Paolo Badiali nella sua foto profilo di Facebook

Sgomento a Faenza e non solo per la morte di Paolo Badiali, 24enne volontario dell’Operazione Mato Grosso, morto nell’incidente di ieri (9 agosto) in località Bibbiana, nel Comune di Palazzuolo sul Senio. Il giovane si è ribaltato con una jeep in una strada boschiva privata: a bordo con lui c’erano anche altri tre giovani volontari dell’associazione che si occupa di raccogliere fondi per il Terzo Mondo effettuando lavori di manutenzione e raccolta di materiali nelle abitazioni (nessuno dei tre è in pericolo di vita).

Badiali era molto noto a Faenza, dove aveva frequentato il liceo Torricelli e studiava ora all’università. Considerato un pilastro dell’Operazione Mato Grosso del faentino, era nipote di padre Daniele Badiali, il missionario faentino ucciso da dei banditi in Perù nel 1997.

FAMILA – HOME MRT2 18 – 24 10 18

Su Facebook un referente dell’Operazione lo ricorda così: «Lascia forse il ricordo che più si addice all’Omg: una persona instancabile, tanto lavoro, poche parole e sempre disponibile».

NUVOLA – HOME BILLB TOP 19 – 31 10 18
MERIKIPE – HOME BILLB TOP 15 – 21 10 18
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD MID2 08 – 31 10 18