Nas nel canile comunale per ipotesi maltrattamento e animalisti sul piede di guerra

Sequestrate tre carcasse e due animali vivi, tutti ancora nella struttura di via Romea Nord. Question time di Alberghini (Lega Nord)

Foto Cane 2(1)

La foto di un cane inviata dal consigliere della Lega Nord Massimiliano Alberghini, altre ne circolano tra gli animalisti

Nuove tensioni all’interno del canile di Ravenna. Dopo la temporanea chiusura a marzo per un caso di parvirosi, in data 3 maggio infatti nella struttura di via Romea Nord sono intervenuti i Carabinieri del Nas. Al momento accertamenti sono in corso ed è stata aperto un procedimento per l’ipotesi di maltrattamento. Da quanto trapelato, i militari hanno sequestrato in via cautelativa tre carcasse di animali morti trovati nella cella frigorifera per i quali si dovrà capire le esatte cause della morte e due animali vivi, le cui condizioni hanno destato preoccupazione.  Le cure dei due cani sono state tuttavia affidate al veterinario del canile e nessun animale, né vivo né morto, sarebbe stato portato via dalla struttura comunale.  Da parte del Comune è stata confermata la piena collaborazione alle indagini, insieme all’Ausl. In tutto nel canile di Ravenna sono attualmente ospitati circa sessanta cani.

Nel frattempo gli animalisti stanno lanciano pubblicamente un allarme. In particolare Davide Battistini, da sempre in prima linea per la difesa degli animali, ha inviato una mail alle redazioni in cui riferisce che all’interno del canile sarebbero stati fotografati animali molto magri di cui allega le foto. Con lo stesso contenuto è partito un mail-bombing dove si chiede “un intervento urgente”.

Sul tema prontamente interviene anche il consigliere di opposizione Massimiliano Alberghini con un question time che sarà depositato lunedì 7 maggio, alla riapertura degli uffici comunali. Ecco il testo del suo messaggio che ricorda come già nel mese di marzo si fosse occupato dell’argomento “per ottenere chiarimenti in ordine alla situazione igenico sanitaria (a seguito della chiusura del canile avvenuta nel mese di marzo), sulla corretta gestione da parte dell’ente gestore , sulle procedure adottate a seguito di casi di patologie contagiose e mortali, sul decesso di diversi cani, definendo le risposte ottenute dall’Assessore “non esaustive e rassicuranti”. Alberghini ricorda anche la commissione consigliare per approfondire le tematiche inerenti la gestione del canile durante la quale, dice “sono state mostrate numerose foto di cani palesemente in condizioni critiche con stati di magrezza che potrebbero far presupporre uno stato di mal nutrizione e\o patologie non adeguamente diagnosticate o curate”. Alberghini ritiene inoltre che non siano stati attesi gli impegni “a una maggiore collaborazione e trasparenza comunicativa” e alla luce dei nuovi fatti emersi interroga il sindaco per sapere “Per quale motivo i NAS sono intervenuti presso il canile di Ravenna, per quale motivo hanno posto sotto sequestro due cani (alla data odierna ), se continua a ritenere corretta la gestione del canile da parte dell’ente gestore e dagli enti preposti al controllo, se ritiene corretta la gestione ne spieghi il motivo , in considerazione del fatto che si considera certamente non usuale un intervento dei NAS presso un canile municipale  e successivo sequestro di cani e se  ritiene che vi siano delle responsabilità da parte dei gestori, quali azioni intende intraprendere”.

PERCORSO GASTRONOMICO 2022 BILLB 05 – 29 08 22
UNIVERSO BILLB 04 – 14 08 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22