Divieto di balneazione su 150 metri di spiaggia tra Cervia e Milano Marittima

I campionamenti programmati hanno rilevato livelli eccessivi di batteri fecali di tipo escherichia coli: il tratto interessato è 100 metri a nord e 50 a sud del porto turistico con 9 stabilimenti

IMG 20180801 WA0005

Uno dei cartelli affissi in spiaggia a Cervia

È in vigore da stamani, 1 agosto, un divieto di balneazione su un tratto di spiaggia tra Cervia e Milano Marittima, circa 150 metri a cavallo del porto turistico che divide le due località. In totale sono nove gli stabilimenti (otto a Milano Marittima e uno a Cervia) che si affacciano sulle acque interessate dal provvedimento. Secondo quanto si apprende dall’Arpae, la ragione della limitazione sta nel livello eccessivo di batteri fecali di tipo escherichia coli rilevato in occasione dei campionamenti programmati eseguiti lunedì 30 luglio. Il protocollo prevede ora campionamenti quotidiani delle acque per arrivare alla cancellazione del divieto appena i valori rientreranno nei limiti. Nell’area interessata sono comparsi i cartelli informativi per i bagnanti – molti dei quali hanno scelto comunque di entrare in acqua – ed è attesa a breve l’ordinanza comunale del sindaco di Cervia.

La zona del portocanale è da sempre soggetta al divieto di balneazione permanente, per ovvi motivi. Il nuovo divieto odierno la amplia temporaneamente in via prudenziale. Escluso tale e limitata area vicino al porto canale (individuata in modo specifico da appositi cartelli) i restanti nove km di costa di Milano Marittima, Cervia, Pinarella e Tagliata sono balneabili.

CONAD RACCOLTA PLASTICA MRT2 20 – 29 02 20
TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
AGENZIA MARIS BILLB CP 25 02 – 31 03 20
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 19 – 31 12 20