La Holding si conferma in salute: risultato 2018 migliorato rispetto alle previsioni

Nel 2019 ci si aspetta un risultato netto di 10,656 milioni di euro. Saranno vendute azioni Hera. Dal 2005 ha garantito forti dividendi ai Comuni soci

RAVENNA 17/02/2015. CONFERENZA STAMPA RAVENNA HOLDING

Carlo Pezzi (a destra), presidente di Ravenna Holding

Si conferma il buon andamento di Ravenna Holding nel preconsuntivo 2018. Le previsioni di budget sono state migliorate in maniera significativa. La società – che detiene le partecipazioni dei Comuni di Ravenna (socia maggioritaria al 77,08 per cento) e ha tra i soci anche il Comune di Cervia (10,08 per cento), Faenza (5,17 per cento), Russi (0,66 per cento) e la Provincia (7,01 per cento) – vede un pre consuntivo 2018 da  12,564 milioni di euro, con un miglioramento rispetto a quanto previsto pari a 1,387 milioni di euro.

«Si prevede – si legge in una nota della società – il raggiungimento di tutti gli obiettivi di tipo strategico assegnati a Ravenna Holding dai Comuni Soci, misurati con indicatori di efficienza-economicità e solidità finanziaria, sia a livello di singola società che di gruppo. Ravenna Holding e le società controllate presidiano e monitorano in particolare le voci di costo, con specifico riferimento ai costi per personale e per servizi”.

CIVICO 11 HOME MRT 05 – 19 12 19

Positive anche le previsioni per il triennio 2019-2021, le cui previsioni approvate dal Cda saranno ora sottoposte all’approvazione dei soci.  Il piano triennale 2019-2021 è stato predisposto tenendo conto degli indirizzi espressi dal coordinamento soci, e considera gli investimenti anche di natura immobiliare delineati dagli stessi, pianificandone la copertura finanziaria necessaria, e confermando nell’arco di piano la riduzione dell’indebitamento e il mantenimento di una posizione patrimoniale e finanziaria equilibrata.

L’esercizio 2019 è stimato con un risultato netto pari a euro 10.656.807, beneficiando anche degli introiti straordinari derivanti dalla vendita ipotizzata azioni Hera (tra 2,5 e 3 milioni), già prevista nel piano programmatico dello scorso anno.

«Anche al netto della plusvalenza prevista per la vendita delle azioni Hera – che consente nel 2019 di compensare da un punto di vista economico la perdita dei dividendi per le azioni vendute, e garantire risultati non ordinari – il conto economico evidenzia risultati strutturalmente positivi. Per tutto il periodo di Piano, si prevede un utile “strutturale” che si può mantenere superiore agli 8 milioni netti, garantendo agli azionisti dividendi superiori ai 7 milioni», scrive ancora la società.

Ravenna Holding ha garantito la distribuzione agli azionisti (dal 2005, anno di costituzione, ad oggi) di dividendi per oltre 81 milioni di euro, pari all’81,36% dell’utile prodotto, oltre a 35 milioni di euro complessivi legati a due riduzioni volontarie del capitale sociale.

OASI BEACH – BILLB MID1 09 – 15 12 19
COFARI HOME LEAD MID2 25 11 – 15 12 19
ASER LEAD MID2 02 – 31 12 2019
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19