Rimozione relitto Berkan B, bando da 9 milioni: due offerte, una è di Micoperi

Autorità portuale vuole aggiudicare i lavori in modo che entro Natale possano partire le operazioni. Il presidente Rossi: «Non c’è inquinamento generato dalla motonave, solo una leggere contaminazione contenuta dalle panne in acqua». Frecciata alla procura: «Non si può stravolgere il diritto e dare fastidio a un ente per qualche gabbiano morto»

2019 02 10 Berkan8 Ph Cristiano MazzoliSono due le offerte arrivate all’Autorità portuale di Ravenna per aggiudicarsi i lavori di rimozione del relitto del mercantile turco Berkan B parzialmente affondato nel canale Piomboni a ridosso della banchina della penisola Trattaroli. La base d’asta del bando di gara, chiuso il 25 ottobre, era 9 milioni di euro, con offerte al ribasso. L’apertura delle buste è già avvenuta e gli uffici di via Antico Squero stanno valutando le offerte. Una è della ravennate Micoperi di Silvio Bartolotti, in Rti con Isolfin e Albatros, e l’altra è della Mg Demolition di Malta. L’aggiudicazione è attesa nelle prossime settimane per iniziare le operazioni entro Natale.

In tema di recupero di relitti in mare Micoperi, come noto, guadagnò visibilirà planetaria con la missione all’isola del Giglio per sollevare e rimuovere la Costa Concordia, nave da crociera da cinquemila persone, naufragata a gennaio 2012 nell’arcipelago toscano causando 32 morti. Per quanto riguarda invece la maltese Mg si tratta di un altro colosso del settore che scende in campo in autonomia.

COOP SAN VITALE MRT MATER NATURAE 12 – 25 10 20

22289660 10211955794742666 8172857961543094491 OSulla situazione della motonave hanno fatto il punto Daniele Rossi e Fabio Maletti, presidente e direttore tecnico di Ap, a margine della riunione conviviale del club Propeller ieri sera, 30 ottobre. Con Rossi e Maletti c’era anche Paolo Ferrandino, segretario generale dell’ente, per la prima uscita pubblica dopo il reintegro nelle rispettiva funzioni per effetto dell’annullamento della sospensione decisa dal giudice per le indagini preliminari nell’inchiesta per inquinamento ambientale causato proprio dal parziale naufragio del Berkan. In un contesto dal clima amichevole – alle riunioni del Propeller i soci si chiamano per nome – il presidente con il solito tono pacato e pesando bene le parole ha voluto esternare la sua amarezza: «Sono morti dei gabbiani attorno al Berkan, per me 7 e per altri 30. È grave e non doveva succedere. Ma se questo è sufficiente per stravolgere il diritto e dare fastidio a un ente pubblico in una fase così delicata fate voi le vostre valutazioni». Rossi assicura: «Le analisi dei periti della procura, condivise con i nostri, dicono che non c’è inquinamento generato dalla Berkan B ma solo un limitato fenomeno di contaminazione, ben contenuto dalle panne disposte attorno al relitto». E poi aggiunge un dettaglio con un pizzico di sarcasmo: «Ormai so tutto dei gabbiani e ad esempio so anche che c’è una circolare dell’Ispra, istituto ministeriale competente su temi ambientali, che contiene direttive per ridurre e contenere il numero dei gabbiani…».

La rimozione del Berkan sarà un intervento caraterizzato da operazioni particolarmente delicate che richiederanno l’arrivo a Ravenna di un mezzo di dimensioni e capacità piuttosto uniche con imponenti costi di movimentazione e operatività. Servirà infatti una imbarcazione capace di sollevare il relitto – eventualmente dopo averlo sezionato in più parti – per posizionarlo su un pontone e trasferirlo. A rendere più delicato il recupero c’è la posizione in cui si trova la carcassa del mercantile, adiacente a una banchina, semiadagiata sul fondale.

2019 02 10 Berkan4 Ph Cristiano MazzoliLe vicessitudini del Berkan connesse a Ravenna iniziarono nel 2010 quando rimase in rada al porto di Ravenna per quasi un mese, abbandonata al suo destino dall’armatore che era debitore e insolvente verso banche, agenzie ed equipaggio. Il Berkan venne portato in porto e posto sotto sequestro. Nel 2017 la vendita all’asta per essere smantellato e rivenduto. Ma nelle operazioni, condotte forse con imperizia, lo scafo si spezzo in due avviando così la vicenda giudiziaria.

 

STUDIO MARTINI ADV FLESSIBILITA LEAD TOP 19 – 25 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB BOTTOM 19 10 – 11 11 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20