Ristori alle discoteche chiuse, la Regione distribuisce 3 milioni di euro

I fondi rientrano in un pacchetto di 40 milioni annunciato da Bologna: 22 andranno ai pubblici esercizi

117614507 3177123645712966 4218903736993833302 OLa Regione Emilia-Romagna ha stanziato tre milioni di euro di fondi per ristori ai gestori delle discoteche, per sostenerli nell’affrontare questo difficile periodo di stop delle attività, in attesa della ripartenza. «Le discoteche non devono chiudere, questa è solo una pausa resa necessaria dalla situazione generale a causa della pandemia. E la Regione rimane, concretamente, al loro fianco». Così l’assessore regionale al Turismo, il cervese Andrea Corsini, esprime la propria vicinanza ai gestori del comparto, danneggiato dalle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria di questi mesi.

I ristori destinati al comparto dell’intrattenimento fanno parte di un pacchetto di 40 milioni di euro – annunciato dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini durante la video conferenza stampa di fine anno – rivolto a diverse categorie messe in difficoltà dal Covid-19. Di questi, circa 21,8 milioni di aiuti sono per i pubblici esercizi come bar e ristoranti e i restanti 8 milioni sono destinati a taxi e servizi di noleggio con conducente, maestri di sci, palestre, piscine pubbliche e private, sale cinematografiche, guide turistiche e spettacoli viaggianti.

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 31 01 21