A Faenza si vota il 20 settembre. Il Pd prende altro tempo per il candidato sindaco

La direzione comunale ha rinviato la decisione alla prossima riunione accogliendo la proposta della consigliera regionale Manuela Rontini

SEGGI ELEZIONI REGIONALI EMILIA ROMAGNA 2020 RAVENNA

La tornata elettorale delle amministrative prevista per questa primavera è saltata per via dell’emergenza Covid-19 e il Parlamento ha fissato al 20 settembre la nuova data: in provincia di Ravenna andrà al voto solo Faenza per scegliere il sindaco dopo dieci anni con Giovanni Malpezzi (Pd). A metà della prossima settimana potrebbe essere ufficiale il candidato del centrosinistra. Al momento nessuna forza politica ha espresso il suo candidato.

La direzione del Partito Democratico di Faenza si è riunita ieri sera, 19 giugno, al circolo La Quercia, alla presenza del segretario provinciale Alessandro Barattoni, per riprendere il confronto, il primo incontro in presenza dopo l’allentamento delle misure precauzionali legate al coronavirus. Valutata la necessità di qualche giorno ulteriore per approdare alla decisione di sintesi definitiva, su proposta della consigliera regionale Manuela Rontini, accolta all’unanimità, la direzione si è aggiornata ad un prossimo incontro previsto a metà della prossima settimana.

La riunione di è aperta con gli interventi introduttivi del segretario comunale Maurizio Randi e del sindaco uscente Giovanni Malpezzi che hanno focalizzato l’attenzione «sulla necessità di continuare a lavorare sia sul versante dell’immediatezza per essere vicino a chi è in difficoltà, famiglie, imprese e associazionismo, sia sul progetto politico di più lungo respiro che riparta dai buoni risultati ottenuti dall’attuale amministrazione comunale».

Per quanto concerne la scelta del candidato sindaco, la direzione «ha preso atto degli importanti passi in avanti per poter giungere ad una candidatura forte, autorevole e unitaria, espressione di tutte le sensibilità del Pd faentino. Un obiettivo che la direzione aveva fissato fin dall’inizio rinunciando anche alle consultazioni primarie previste dallo statuto, e che sta per essere raggiunto in un clima di confronto sereno e costruttivo».

Il segretario Barattoni commenta così: «Ho apprezzato e condiviso la proposta fatta da Manuela Rontini di prendersi ancora qualche giorno per arrivare in maniera unitaria alla proposta di candidatura del centrosinistra. A chiusura di una discussione importante rispetto ai temi sociali, economici ed ambientali che dovranno essere al centro della nostra proposta politica per il futuro della città manfreda ho sottolineato come la candidatura che emergerà dovrà essere capace di raccogliere attorno a sé una coalizione larga, aperta e plurale. Il tutto all’interno di un progetto di governo capace di tenere insieme politica e civismo sul modello di quella messa in campo pochi mesi fa da Stefano Bonaccini».

ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20