Ravenna, parcometri al posto dei disabili al parcheggio San Vitale: «Ripensateci»

L’appello della cooperativa sociale che al momento lo gestisce: «Il Comune ci ha detto di sgomberare entro dieci giorni nel primo giorno di riapertura dopo il lockdown»

Attachment (37)Parcometri al posto dei disabili. C’è il rischio che succeda a Ravenna, dove le ruspe del Comune sono in arrivo nel parcheggio San Vitale (ex Caserma Gorizia), a pochi metri da Museo Nazionale e basilica di San Vitale. In gioco c’è l’occupazione di dieci persone che lavorano nel parcheggio, tutte con disabilità, tutte con alle spalle percorsi di inserimento calibrati sulle loro abilità e caratteristiche.

La comunicazione è arrivata a sorpresa a Romina Maresi, presidente della cooperativa sociale San Vitale: «Proprio il primo giorno di riapertura del parcheggio dopo il lockdown, abbiamo appreso che dovremmo sgombrare entro dieci giorni. Una vera e propria doccia fredda, perché fino ad oggi la nostra collaborazione con il Comune di Ravenna è stata costellata di significativi progetti condivisi, pensati e realizzati per il bene della comunità».

FAMILA MRT2 9 – 15 07 20

Il progetto comunale è di attrezzare l’area di sosta con sensori e altri dispositivi tecnologici che dovrebbero sostituire le attività attalmente svolte dai nostri operatori.

La gestione del parcheggio passerebbe direttamente ad Azimut. «Nel passato anche recente la San Vitale ha proposto varie soluzioni, inclusa quella di sostenere l’investimento necessario a riqualificare l’area, in cambio della gestione poliennale dello spazio, mantenendo così l’esperienza delle persone che vi lavorano. Nel progetto del Comune, invece, dovrebbe rimanere solo un custode, senza alcun contatto con i cittadini».

«Se è possibile ricollocare queste persone altrove? Spostare una persona che ha alle spalle un percorso di fragilità e una normalità faticosamente riconquistata non è come spostare un’automobile: occorrono cautela e rispetto».

Il parcheggio fa parte della storia della cooperazione sociale a Ravenna. «È la prima attività svolta dalla cooperativa San Vitale, alla fine degli anni Ottanta, oltre alla gestione del deposito delle biciclette della stazione e all’azienda agricola».

La presidente si augura però che sia ancora possibile trovare un accordo. «Lasciate alle persone che vi hanno lavorato finora la possibilità di essere ancora protagoniste. Noi possiamo aggiungere creatività, competenze e risorse. Confido che insieme al Comune possa nascere un progetto nuovo e meritevole di essere apprezzato dalla città. Un bel parcheggio nuovo, curato, dotato degli ultimi ritrovati tecnologici, ma dove vi accoglie un sorriso di un ragazzo e non una anonima voce registrata».

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 30 04 – 02 07 20
OASI BEACH – BILLB MID1 09 – 15 07 20
ART E PARQUET BILLB TOP 25 06 – 09 07 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 07 20
CONSAR HOME BILLB 03 – 09 07 20