L’esordio nei playoff fa esultare l’OraSì: piegata la Virtus Roma dopo una battaglia

Serie A2 – Playoff / In gara1 degli ottavi i giallorossi battono la temibile formazione laziale grazie alle “bombe” nel finale di Tambone e Marks. Martedì il secondo match della serie, sempre al Pala De André

Ravenna-Roma 93-87
(17-17, 46-45, 70-64)
ORASI’ RAVENNA: Smith 14, Scaccabarozzi ne, Sgorbati 4, Chiumenti 7, Marks 17, Raschi 4, Masciadri 16, Tambone 22, Crusca ne, Seck ne, Sabatini 9. All.: Martino.
VIRTUS ROMA: Brown 18, Raffa 10, Piccolo, Lentini, Maresca 15, Chessa 24, Sandri 4, Baldasso 3, Landi 11, Vedovato 2. All.: Corbani.
ARBITRI: Ursi di Livorno, Maffei di Preganziol e Solfanelli di Livorno.
NOTE – Ravenna: T2 26/47 (55%), T3 6/11 (55%), TL 23/29 (79%), rimbalzi 40 (9+31), assist 16; Virtus Roma: T2 17/33 (52%), T3 12/37 (32%), TL 17/19 (89%), rimbalzi 31 (11+20), assist 21.

IMG 6558

Grande prestazione di gruppo per i giallorossi dell’Orasì

Si chiude con una vittoria la prima storica partita di playoff per l’OraSì, che al Pala De Andrè in Gara1 degli ottavi di finale sconfigge la Virtus Roma 93-87. Al termine di un match avvincente e combattuto per tutti e 40 i minuti, le due triple di Tambone e Marks fanno pendere l’ago della bilancia in favore dei padroni di casa. Il play ex della partita è top scorer per i giallorossi con 22 punti a cui aggiunge 7 rimbalzi, mentre la guardia americana ne mette 17. Doppia cifra anche per Masciadri (16) e Taylor Smith (14 con 9 rimbalzi), mentre per Roma il migliore è Chessa con 24 punti e 5 triple. Gli ospiti riescono ad imporre i propri ritmi soprattutto in apertura, ma Ravenna, nonostante i problemi di falli dei due americani, rimane sempre in partita e conquista la vittoria stringendo le maglie difensive nel finale. Prossimo appuntamento martedì, sempre al Pala De André (ore 20.30), per gara2.

FAMILA MRT 24 11 – 02 12 20

Il primo quarto inizia con l’OraSì che si porta subito 6-2 grazie alle triple di Tambone e Masciadri, ma Roma riesce presto ad alzare i ritmi e trova il sorpasso sul 10-12 al 5’ con la bomba del giovane Baldasso. I canestri di Marks valgono un mini parziale di 6-0 per il 16-12, ma 5 punti consecutivi di Chessa riportano avanti gli ospiti sul 16-17, prima che un libero di Chiumenti impatti il punteggio finale del primo quarto a quota 17. Il secondo periodo è aperto dalla bomba di Landi e, nonostante i punti di Smith, Roma trova il +4 sul 21-25 grazie alla tripla di Chessa. Sempre da dietro l’arco segna Sabatini e risponde Landi, poi Ravenna trova il 30 pari prima di metà quarto grazie a Masciadri. La partita resta in totale equilibrio, ma è ancora Chessa e firmare il nuovo tentativo di allungo ospite sul 40-45. I giallorossi reagiscono subito con un 6-0 e il canestro in penetrazione di Tambone a pochi secondi dalla sirena permette ai padroni di casa di tornare negli spogliatoi in vantaggio 46-45.

Il terzo quarto si apre ancora nel segno dell’equilibrio, con ancora Chessa dalla lunga distanza a firmare il pareggio a quota 52. L’ulteriore tripla di Landi vale il 52-55 e Roma torna a +5 sul 52-57 (parziale di 0-8). La risposta da 3 di Masciadri tiene a contatto l’OraSì in una partita dal ritmo molto alto, e Marks firma il controsorpasso giallorosso sul 65-64. Ravenna allunga il parziale a 7-0 chiudendo il terzo quarto con il canestro allo scadere di Masciadri per il +6 sul 70-64. I padroni di casa toccano il +8 sul 72-64 in apertura di quarto periodo con capitan Raschi, ma gli ospiti restano a contatto grazie a due triple dell’altro capitano Maresca per il 74-70. Marks commette il quarto fallo, ma Ravenna torna a +5 sul 77-72. La Virtus però trova il sorpasso dopo un parziale di 3-9, chiuso dall’ennesima tripla di Chessa per l’80-81. Tambone risponde con la bomba dell’83-81 e Raffa impatta il match a quota 83 a 2’ dalla sirena finale. Smith segna il libero dell’84-83, poi la gran tripla di Marks vale il +4 (87-83) a 40’’ dalla fine e fa esplodere il Pala De Andrè. L’OraSì trova un paio di eccellenti sequenze difensive e Tambone segna ancora in contropiede per l’89-83. Maresca regala l’ultimo sussulto al pubblico di casa riportando i suoi a -3, ma Chiumenti chiude il match con la schiacciata in uscita dal pressing e Ravenna può festeggiare il successo nella prima storica gara di playoff per 93-87.

ARKA ERGO STUDIO BILLB 12 11 – 31 12 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 – 31 12 20
REGIONE ER LEGALITA LEAD 30 11 – 31 12 20
ASER LEAD BOTTOM 30 11 – 20 12 20