A Civitanova la Bunge sbatte contro un muro chiamato Lube e saluta la Coppa Italia

Volley Superlega / Contro i campioni d’Italia al completo, compreso Sokolov reduce da un infortunio alla caviglia, i ravennati lottano ma cedono in tre set nella gara secca dei quarti. La squadra di Soli riesce a tenere in equilibrio le frazioni anche a lungo, ma a decidere è la qualità di giocatori come Juantorena (mvp), Sander e Christenson

Civitanova-Ravenna 3-0
(25-20, 25-19, 25-21)
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Juantorena 14, Candellaro 10, Sokolov 9, Sander 10, Cester 6, Christenson 2, Grebennikov (L); Marchisio. Ne: Casadei, Stankovic, Kovar, Milan, Zhukouski. All.: Medei.
BUNGE RAVENNA: Diamantini 3, Orduna 2, Marechal 10, Georgiev, Buchegger 9, Poglajen 1, Goi (L); Vitelli 5, Raffaelli 2, Gutierrez. Ne: Mazzone, Pistolesi, Marchini. All.: Soli.
ARBITRI: Simbari di Milano e Pasquali di Ascoli.
NOTE – Civitanova: bs 17, bv 6, errori 11, muri 5; Ravenna: bs 15, bv 3, errori 9, muri 2. Durata set: 25’, 24’, 22’ (tot. 71’). Spettatori: 2370 (incasso 21.258 euro). Mvp: Juantorena.

Buchegger Civitanova Bunge

L’opposto della Bunge Paul Buchegger

Nei quarti di Coppa Italia, disputati in gara secca a Civitanova, la Bunge si trova davanti a sé un ostacolo impossibile da superare, rappresentato da una Cucine Lube stellare che non ha risparmiato tutte le sue migliori bocche da fuoco, compreso l’opposto Sokolov reduce da una distorsione alla caviglia rimediata domenica scorsa. I campioni d’Italia non lasciano così nulla al caso e non basta ai ravennati una grande volontà per contrastarli nei momenti decisivi di un match durato tre set, tutti vinti in modo netto dai padroni di casa. La squadra di Soli lotta su ogni pallone e tiene in equilibrio le frazioni anche a lungo, ma la qualità di giocatori come Juantorena (mvp), Sander e Christenson è emersa con forza, spingendo i marchigiani al successo finale. Non c’è però tempo per voltarsi indietro, perché domenica prossima si scenderà di nuovo in campo a Civitanova, questa volta in campionato, con la speranza di rendere ancora più difficile la vita ai tricolori.

Il tecnico di casa Medei lascia a riposo solo Stankovic, schierando Christenson al palleggio, Sokolov opposto, Juantorena e Sander schiacciatori, Candellaro e l’ex Cester centrali e Grebennikov libero. La Bunge scende invece in campo con la diagonale formata da Orduna e Buchegger, con le bande Poglajen e Marechal e al centro Georgiev e Diamantini, mentre in seconda linea c’è Goi.

Nel primo parziale la Bunge tiene botta fino a quota 12, affidandosi soprattutto sul buon cambio palla garantito dall’austriaco Buchegger (67%) e da Marechal, poi è un fallo a rete a regalare il primo break alla Lube, che prende il largo con gli ace di Cester (18-15) e Christenson, mentre chiude Sander sul 25-20.
Ancor più in discesa il secondo set per i biancorossi di casa, che salgono di tono nel muro-difesa consentendo a Christenson di innescare a ripetizione la fase di contrattacco, scegliendo Juantorena quale bocca di fuoco prediletta. Dell’italo-cubano sia il contrattacco dell’8-5 che l’ace del 13-6, una battuta vincente che spiana la strada del 2-0 ai marchigiani dinanzi a una Bunge che dà spazio in campo anche a Vitelli e Raffaelli. La squadra di Soli non manca certo di volontà e carattere, ma nulla può contro la corazzata di casa, trascinata anche dall’ottima prova dei centrali che registrano il 100% di efficacia sui primi tempi nei primi due parziali.
Nel terzo periodo Soli conferma in campo Vitelli e Raffaelli e le due squadre stanno a stretto contatto fino a quando la Lube non realizza un break di 4-1, a firma dei soliti Juantorena e Sokolov, che la spedisce sul 16-12. Marechal non molla e dimezza lo svantaggio (17-15), ma adesso è il turno di Christenson di scavare un altro solco tra le due formazioni: 21-17. L’attacco di Sander spinge i padroni di casa sul 24-19, Marechal annulla il primo match point, ma sul secondo Candellaro manda tutti a casa: 25-21.
RISTORANTE MARRAKECH BILLBOARD 03 – 23 01 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 01 22
REGIONE ER VACCINI BILLB 14 12 21 – 31 01 22