Con Bulleri lo staff dell’OraSì si colora di azzurro: sarà l’assistant coach

Basket / L’ex play della nazionale affianca il primo tecnico Cancellieri e l’altro assistente Taccetti. «Mi aspetto una stagione importante in una piazza dove si lavora bene e si sa ciò che si vuole»

Bulleri1

L’ex azzurro Massimo Bulleri entra nello staff tecnico dell’OraSì con il ruolo di assistant coach

L’OraSì ufficializza l’arrivo di Massimo Bulleri come assistant coach per la prossima stagione sportiva, completato così lo staff tecnico 2019/2020 con l’ex playmaker azzurro e Francesco Taccetti, in panchina a fianco dell’head coach Massimo Cancellieri. All’esordio come primo assistente proprio in giallorosso il “Bullo”, toscano di Cecina classe 1977, per la stagione corrente era stato ingaggiato da Avellino per fare da vice a Maffezzoli, ma i problemi della Scandone hanno modificato i piani. Negli ultimi tre anni è stato secondo assistente allenatore a Varese, ultima squadra con cui ha giocato prima del ritiro nel 2017. «Arrivo a Ravenna – queste le prime parole di Bulleri – con gli stimoli e le emozioni che mi stanno accompagnando in questo periodo della mia vita, in cui ho lasciato i pantaloni corti per indossare quelli lunghi e vivere la pallacanestro da un altro lato del campo. Ho incontrato il coach Cancellieri da avversario e ho avuto modo di interfacciarmi con il general manager Trovato in più occasioni, sempre con buone sensazioni. Mi aspetto una stagione importante, la prima da vice allenatore, in un ambiente positivo, la piazza è conosciuta come un luogo dove si lavora bene e si sa ciò che si vuole. Caratteristiche sane e ideali per chi fa questo mestiere».

Bulleri è stato tra i più amati cestisti italiani di una generazione e ha fatto parte della spedizione azzurra alle Olimpiadi di Atene 2004, dove ha conquistato una storica medaglia d’argento agli ordini di coach Recalcati, insieme a Basile, Soragna, Pozzecco, Galanda, Marconato, Chiacig, Radulović, Righetti, Rombaldoni, Garri, Mian: un’Italia operaia che raggiunse una delle vette più alte della sua storia sportiva. La sua carriera da giocatore è legata soprattutto al nome di Treviso, con cui ha disputato due anni di giovanili prima di maturare tra Ozzano, Mestre, Forlì. In biancoverde ha esordito in prima squadra nel 1999, vincendo Coppa Italia e Coppa Saporta e in nazionale maggiore l’anno successivo. Punto fermo dei veneti, dalla stagione 2001/2002 è stato protagonista assoluto sia in campionato sia in Eurolega, vincendo due scudetti con i coach Mike D’Antoni ed Ettore Messina, altre tre coppe Italia e due Supercoppe Italiane, ottenendo due volte il titolo di Mvp stagionale. Ha vestito per tre stagioni la canotta dell’Olimpia Milano e per una quella Virtus Bologna, prima di tornare a Treviso, dove ha giocato altri due anni come capitano. Dopo una breve apparizione a Scafati, nell’ottobre 2012 ha firmato per la Reyer Venezia. Dal 2013 al 2015 ha giocato a Brindisi in Serie A, poi Ferentino e il gran finale a Varese. Con la Nazionale ha totalizzato 134 presenze e segnato più di mille punti vincendo, oltre all’argento olimpico di Atene 2004, un bronzo agli Europei di Svezia nel 2003 e un bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Tunisi nel 2001. Con i club ha giocato due Final Four di Eurolega e una Final Four di Eurocup.

FAMILA – HOME MRT2 17 – 23 10 19
RAVEGAN HOME BILLB 14 – 31 10 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19