125 – Ecclesio

Ecclesio Vescovo San VitaleNel catino absidale della Basilica di San Vitale, alla sinistra del Cristo e accanto ad un maestoso angelo, è l’immagine solenne di Ecclesio, vescovo di Ravenna nella prima metà del VI secolo (522-532).
La sua figura dal volto profondamente espressivo è accompagnata dall’iscrizione latina Eclesius epis(copus) – Ecclesio vescovo, a precisarne l’identità e il ruolo. Egli veste magnifici abiti liturgici, porta il pallio crucisegnato sulle spalle, simbolo del vescovo buon pastore, preziosi calzari gli cingono i piedi.
Sulle mani velate regge il modello della Basilica di San Vitale che viene simbolicamente offerta al Signore, a confermare la tradizione che lo riconosce committente del tempio stesso, come riportato dal Liber Pontificalis della chiesa ravennate: «Ecclesio, vaso santo, fu di media statura, né troppo alto né troppo basso; aveva il capo con i capelli lisci e irsute le sopracciglia, era un po’ canuto e bello d’aspetto. Ai suoi tempi dal banchiere Giuliano insieme col vescovo stesso fu fondata la chiesa di S. Vitale […]. In Italia non c’è alcuna chiesa simile per costruzioni e opere artistiche. Per la chiesa del predetto martire Vitale furono spesi ventiseimila solidi aurei, come troviamo scritto nell’elogio che celebra la santa memoria del fondatore Giuliano. Quando questo beatissimo morì, fu sepolto nella chiesa del beato martire Vitale, nella cappella di S. Nazario davanti all’altare, in mezzo fra il corpo del beato vescovo Ursicino e quello del beato Vittore».

STUDIO MARTINI ADV FLESSIBILITA LEAD TOP 19 – 25 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB BOTTOM 19 -25 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20