Quelle fioriere “transitorie” e il vano tecnico da rimuovere “in un tempo ragionevole”

«[…] Tale piano (di protezione antiterrorismo degli accessi del centro storico di Ravenna, ndr) prevede l’utilizzo degli strumenti tecnologici più efficaci e meno impattanti, come ad esempio i cosiddetti pilomat; e, in una fase preliminare transitoria, l’impiego di grandi fioriere […]». Così il vicesindaco Fusignani l’1 settembre 2017, concetto ribadito nelle settimane successive per rispondere a chi contestava la presenza di enormi e brutte fioriere in centro storico: «Sono temporanee, installeremo i pilomat (ossia piloni a scomparsa sotterranea, ndr)». Oggi, più di un anno dopo, scopriamo dalle pagine del Carlino che ci sono un po’ di problemi con i pilomat (scavare a Ravenna non è mai semplice) e che non si potranno installare prima del 2020. Meglio dipingerle, intanto, le fioriere.

Vano Tecnico Piazza KennedyAncora prima, nel gennaio del 2017, il sindaco mandò ai giornali un comunicato su un altro manufatto insolito presente in centro storico, il vano tecnico di piazza Kennedy, rimasto orfano dei tanto discussi bagni pubblici, trasferiti in Darsena. «[…] Siamo già al lavoro per trovare una soluzione efficace per il vano tecnico – scriveva il sindaco –, che sarà anch’esso rimosso in un tempo ragionevole e sostituito da un intervento non impattante ma di qualità e funzionale e che consenta di non disperdere il patrimonio di sotto-servizi di cui la piazza è dotata». Un anno e mezzo dopo, il vano tecnico è ancora al suo posto.

Qualche problema con i concetti di “fase preliminare transitoria” e “tempo ragionevole”, forse?

leggi gli altri Bomboloni
3B TECHNOLOGY – HOME LEAD MID2 18 – 25 09 18