Assembramenti ai distributori automatici, la polizia locale sospende il “What’s Bar”

Il piccolo locale senza personale sotto le finestre del municipio non aveva misure per favorire il distanziamento tra persone. Tre giorni prima un altro negozio della catena in darsena vendeva alcolici ai minori di 16 anni

WhatsApp Image 2020 03 27 At 20.40.58 (1)Non c’erano misure di prevenzione per favorire il distanziamento sociale e in alcuni casi si sono verificati degli assembramenti: per queste ragioni la polizia locale di Ravenna ha sospeso il “What’s Bar” in centro, il locale dotato solo di distributori automatici di bevande e alimenti in via Santi Muratori. La chiusura dell’attività – dopo un provvedimento dello sportello unico per le attività produttive – è stata eseguita ieri, 27 marzo, e resterà valida fino al 3 aprile. L’azienda proprietaria dell’attività ha sede a Brisighella ed è gestita da un 58enne ravennate.

La stessa impresa era già stata colpita da un altro provvedimento dei vigili urbani tre giorni prima: il 24 marzo è stato chiuso il punto vendita “Open Shop 24” – anch’esso attrezzato solo con distributori automatici – in via Magazzini Anteriori in zona darsena. In quel caso era stata accertata che la vendita di alcolici avveniva anche ai minori di 16 anni nonostante un lettore della tessera sanitaria.

WIND BILLB MID1 01 – 24 08 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 08 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20