Allarme arancione per la siccità: fino al 3 aprile vietato anche bruciare le stoppie

E nelle aree forestali è stabilito il divieto assoluto di accendere fuochi o “produrre scintille”

AbbruciamentoÈ stato disposto dall’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, a partire da domani, sabato 26 marzo, e almeno fino alla mezzanotte di domenica 3 aprile, lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi a causa dell’aggravarsi delle condizioni di siccità.

Il codice, da giallo (fase di attenzione) diventa arancione (stato di grave pericolosità).

Con l’innalzamento dei livelli di pericolo è stabilito il divieto assoluto di accendere fuochi o di utilizzare strumenti “in grado di produrre fiamme, scintille o braci all’interno delle aree forestali”.

Sono inoltre vietati gli abbruciamenti di residui vegetali agricoli.

Chi viola queste prescrizioni o adotta comportamenti che possono innescare un incendio rischia sanzioni penali e amministrative.

Sono state attivate sul territorio anche le squadre di avvistamento dei volontari Aib (Antincendi Boschivi).

Chiunque può contribuire alla tutela del territorio segnalando l’avvistamento di un focolaio d’incendio: i numeri a cui fare riferimento sono il 115 (pronto intervento dei Vigili del Fuoco) e il 1515 per le emergenze ambientali (Carabinieri Forestali).

ARTIGIANO DELLA PIZZA BILLB 03 – 12 02 23
DARSENALE BILLB BRUNCH 01 01 – 12 02 23
TOP RENT BILLBOARD 25 01 – 28 02 23
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 01 01 – 31 12 23