Dopo 7 mesi di lavori riapre il ponte della Classicana all’ingresso del porto

Campata unica di 31 metri in struttura mista acciaio corten-calcestruzzo, due corsie per ogni senso di marcia per una larghezza complessiva di 20 metri. Investimento totale di 1,6 milioni di euro (inclusa la manutenzione di strade limitrofe). La soddisfazione dell’assessore: «Cantiere concluso con sei mesi di anticipo»

Dopo sette mesi di cantiere si sono conclusi i lavori per rifare il ponte di via Classicana all’ingresso della zona portuale di Ravenna: dal tardo pomeriggio del 21 aprile la riapertura al traffico. Il nuovo ponte ha un’unica campata di 31 metri in struttura mista acciaio corten-calcestruzzo e una sezione stradale con due corsie per ogni senso di marcia, per una larghezza complessiva di 20 metri. Il rifacimento del ponte rientra in un investimento più ampio che prevede anche la manutenzione delle strade limitrofe in ambito portuale: in totale 1,6 milioni di euro (1,2 a carico dell’Autorità portuale e 400mila a carico del Comune). La direzione lavori è a cura del Comune, gli interventi sono realizzati dall’impresa Brussi di Nervesa della Battaglia (Treviso).

Una volta riaperto il cavalcavia, la strada che corre parallela alla via Classicana, utilizzata per tutto il periodo dei lavori come viabilità alternativa, tornerà a senso unico in uscita dal porto. Dopo aver sopportato la viabilità di questi mesi verrà ristrutturata. Sarà mantenuta la rotatoria che era stata installata prima dell’inizio dei lavori, in quanto pienamente funzionale anche con il ritorno alla situazione precedente. Contestualmente alla riapertura sarà anche rifatta tutta la segnaletica orizzontale e sarà adeguata e rivista la segnaletica verticale.

«Si tratta di un’opera fondamentale per migliorare l’accessibilità alla zona portuale, sostenuta con un importante contributo dall’Autorità portuale e alla quale anche l’amministrazione comunale ha dato un significativo apporto – commenta l’assessore comunale ai Lavori pubblici e Mobilità Roberto Fagnani –. Siamo particolarmente soddisfatti che l’apertura del ponte avvenga con oltre sei mesi di anticipo rispetto al previsto e auspichiamo che anche la restante parte degli interventi proceda secondo i tempi stabiliti, per terminare entro metà maggio».