Agitazione negli uffici delle dogane: operatori portuali preoccupati

Interviene anche Rudy Gatta (Pd): «Abbiamo sollecitato l’Agenzia nazionale affinché promuova un bando interno che copra le carenze d’organico»

Il porto di Ravenna

Le Agenzie delle Dogane proclamano lo stato di agitazione e gli operatori portuali si dicono preoccupati, pur condividendo le motivazioni che hanno portato a questa scelta. In una nota l’Unione utenti del porto ricorda di aver sollecitato interventi al Ministero per «le croniche carenze di organico  degli uffici amministrativi addetti ai controlli sulle merci». Secondo gli Utenti, «il porto di Ravenna, in questo suo particolare momento, non può permettersi di accrescere le sue problematiche, invece di risolverle».

La competitività  «non è determinata soltanto dai fondali e dai terminal, ma anche dalla velocità di uscita e rilancio delle merci, pertanto ci aspettiamo che tutte le Istituzioni locali e la Regione intervengano compatte e con decisione presso il Ministero, per scongiurare possibili ripercussioni sulla normale attività».

Sul tema è intervenuto anche Rudy Gatta, presidente della Commissione 9 del Consiglio Comunaleinterviene in merito all’azione intrapresa dai sindacati sulla perdurante carenza di organico dell’Agenzia delle Dogane di Ravenna: «Già a dicembre scorso ci facemmo portavoce delle questioni poste dalle rappresentanze sindacali tramite un ordine del giorno presentato dalla consigliera del Gruppo PD, Cinzia Valbonesi, e approvato all’unanimità delle forze politiche presenti in quella seduta consiliare».

C’è stato un tavolo di confronto in Comune al quale hanno partecipato tutte le istituzioni competenti, sindacati e Dogane comprese, nel quale si sottolineava la necessità di emanare i un bando interno per favorire la mobilità di personale qualificato all’Ufficio di Ravenna, considerati anche prossimi previsti pensionamenti che renderanno ovviamente ancora più critica la situazione.

«Ribadendo grande preoccupazione per il perpetrarsi di questa carenza di organico e per le conseguenze che comunque potrebbero risultare alla legittima azioni intrapresa da parte sindacale, alla quale riconosciamo grande senso di responsabilità – conclude Il consigliere PD – auspichiamo una risposta urgente e risolutiva a livello centrale da parte dell’Agenzia Dogane che assicuri un servizio adeguato per qualità e struttura ad un porto di primaria importanza»

MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22
CONSAR BILLB 23 – 30 06 22
UNIVERSO BILLB 27 06 – 03 07 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
RFM 2022 PUNTI DIFFUSIONE AZIENDE BILLB 16 06 – 21 07 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22