Nuova ciclopedonale, via ai lavori: 380mila euro per 500 metri in via Ospitalacci

Il percorso collegherà la zona sud della città con le prime colline verso l’abitato di Celle. Il cantiere durerà quattro mesi

La zona sud di Faenza e le prime colline verso l’abitato di Celle saranno collegate da una pista ciclopedonale di 500 metri lungo via Ospitalacci (strada provinciale 66): i lavori cominceranno lunedì 8 giugno. Il costo complessivo è di 380mila euro, comprensivi di spese tecniche e costi per l’acquisizione delle aree. L’opera è finanziata attraverso fondi propri dell’amministrazione comunale, tramite mutuo, per un importo pari a 155mila euro, a cui si aggiungono contributi statali derivanti dal cosiddetto “collegato ambientale” per 225mila euro. I lavori sono stati aggiudicati alla ditta Magistra di Colletorto (Cb) e, salvo imprevisti, avranno una durata di circa 4 mesi.

BORGHETTO STATO MODIFICATOIl tracciato sarà collocato prevalentemente all’interno della fascia di rispetto stradale o in prossimità della scarpata della linea ferroviaria Faenza-Firenze, in terreni attualmente agricoli dove è già delineata una carraia a pendenza. Si collegherà alla pista ciclabile di via Canal Grande usufruendo del sottopasso ferroviario esistente e mediante due attraversamenti pedonali, così da conferire continuità al percorso dal centro urbano di Faenza. Nei pressi del borghetto di Via Dottora/Via San Prospero si prevede inoltre la realizzazione di un marciapiede pedonale per un tratto di circa 110 metri in adiacenza alla sede stradale.

A completamento dell’opera verranno eseguiti gli interventi di adeguamento dell’impianto esistente di pubblica illuminazione, di installazione di un nuovo sistema a led con doppia asimmetria per l’illuminazione ad alta visibilità degli attraversamenti pedonali e di montaggio di appositi rilevatori di presenza radar in prossimità del sottopasso ferroviario di Via Canal Grande, che verrà anch’esso adeguatamente illuminato.

SOTTOPASSO STATO MODIFICATO CopyIl percorso ciclopedonale protetto si collegherà alla rete ciclabile già esistente di via Canal Grande e la estenderà al borghetto di Via San Prospero/Via Dottora e all’area residenziale “San Prospero di sotto”. Consentirà di migliorare notevolmente il livello di sicurezza degli spostamenti fra questi insediamenti e il centro urbano da parte dell’utenza debole, nonché di favorire la mobilità sostenibile casa-lavoro e casa-scuola da parte dei bambini frequentanti la scuola Secondaria di primo grado, la scuola Primaria e dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo Europa presenti in zona. Dall’intervento trarrà beneficio anche la mobilità cicloturistica, che sarà valorizzata da una migliore connessione con le aree collinari di Castel Raniero, Pergola e Pideura.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20