Sciopero alla centrale Enel: «Organici inadeguati, sicurezza a rischio»

Una giornata di fermo per il 28 settembre alla Teodora. I sindacati lamentano l’ennesimo rifiiuto di conciliazione dell’azienda

Centrale Enel TeodoraI lavoratori della centrale Enel di Porto Corsini hanno proclamato una giornata di sciopero per il 28 settembre con la fermata dell’impianto Teodora sulla sponda del Candiano. “La situazione è diventata insostenibile – si legge in un comunicato firmato dalle segreterie territoriali dei sindacati di categoria Filctem, Flaei e Uiltec –: gli organici non sono adeguati a condurre in sicurezza gli impianti che hanno ripreso a funzionare con continuità, la manutenzione non viene più eseguita con regolarità ed è troppo spesso appaltata”.

La proclamazione dello sciopero è arrivata a seguito dell’esito negativo dell’ennesimo tentativo di conciliazione davanti alla direzione aziendale e coinvolge anche la centrale Amaldi di Piacenza. Lo sciopero sarà così articolato: per tutto il personale in orario giornaliero intera giornata lavorativa; per tutto il personale turnista tutte le linee di turno dalle 6 del 28 settembre alle 6 del 29 settembre; per tutto il personale semiturnista di Porto Corsini, tutti i semiturni che ricadono il 28 settembre.

«La sicurezza – prosegue ancora la nota dei sindacati –, ritenuta da Enel un cardine fondamentale dell’operatività quotidiana, è diventata uno slogan; non viene più percepita dai lavoratori che non sono più nelle condizioni di svolgere le proprie mansioni con la necessaria tranquillità. Le risposte ricevute da Enel in merito alle nostre richieste non sono sufficienti, abbiamo bisogno di dare risposte certe e immediate a tutti quei lavoratori che negli ultimi anni hanno pagato il prezzo delle scelte irrazionali effettuate dall’azienda. Per questi motivi abbiamo deciso di proclamare una prima giornata di sciopero con la fermata degli impianti e per questi motivi, se Enel non presenterà soluzioni concrete ai nostri problemi, continueremo la nostra battaglia con altre iniziative».

Tra le motivazioni dello sciopero si fa riferimento «all’esasperante lentezza aziendale nel riportare la consistenza del personale e le relative professionalità ai livelli previsti», al «susseguirsi di episodi posti al limite delle norme di sicurezza, spesso determinati dalla cronica carenza di personale presente in turno e giornaliero», «il continuo ricorso a prestazioni straordinarie, i cambi di turno e gli spostamenti di riposo a cui è sottoposto il personale di esercizio, evidentemente privo della consistenza necessaria a mantenere un regime di turnazione stabile».

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20