Un nuovo sottopasso ciclopedonale tra via Filanda Nuova e lo scalo merci

Progetto da 1,5 milioni che servirà l’area dove verrà spostata la stazione delle corriere

1È stato presentato in municipio a Faenza questa mattina, 21 ottobre, il progetto per la realizzazione di un sottopasso ciclopedonale che collegherà la parte nord della città da via Filanda Nuova, indicativamente nei pressi dell’intersezione con via Masaccio, con l’area dell’attuale scalo merci. L’importo per i lavori da appaltare è di circa 1,5 milioni con un contributo da parte della Regione di un terzo. L’inizio dei lavori è atteso nel 2023.

Il progetto del sottopasso ciclopedonale nasce dalla comunione di intenti da parte di Comune e Regione nella rimodulazione delle modifiche dell’area antistante la stazione ferroviaria presentate nei mesi passati. Questo perché è avanzata l’opportunità di poter realizzare il nuovo scalo merci, infrastruttura che verrebbe legata al porto di Ravenna. La rimodulazione dell’area della stazione ferroviaria e l’opportunità di tenere aperti i canali per sviluppare nel medio periodo un’attività di trasporto delle merci si arricchisce del progetto del sottopasso, anche questo in collaborazione con la Regione che ha messo a punto un bando da circa 600mila euro, destinato alle Unioni avanzate come la nostra.

2Come cambierà la città con il riassetto dell’area della stazione ferroviaria e del sottopasso ciclopedonale è stato illustrato dall’assessore all’Urbanistica e all’Ambiente, Luca Ortolani: «La posizione nel quale si trova l’attuale scalo merci è ormai incompatibile con lo sviluppo urbano della città. Il primo stralcio dei lavori riguarderà lo spostamento della stazione delle corriere da viale delle Ceramiche a una porzione dello scalo merci nei pressi della stazione ferroviaria affiancata da un parcheggio. In una prima fase manterremo attivo lo scalo merci esistente riducendolo in maniera di mantenere una operatività minima. Questa modifica, rispetto al progetto iniziale che prevedeva lo smantellamento totale sin da subito dello scalo merci, ci ha portato a varare il progetto del sottopasso ciclopedonale, il secondo stralcio dei lavori. Entro l’inizio del 2022 si lavorerà al primo stralcio, lo spostamento della stazione delle corriere, e dopo si passerà alla realizzazione del sottopasso. Una volta terminata l’attività dello scalo merci, indicativamente entro il 2023, l’area che verrà liberata e che arriva fino a via Medaglie d’Oro, servirà per completare la viabilità parallelamente alla ferrovia con percorso verde e una pista ciclabile per chi deve percorrere l’asse via Laghi-Dal Pozzo in piena sicurezza. Questo rimodulando inoltre il progetto iniziale che prevedeva realizzazioni di edilizia residenziale, ritenute ora non compatibili con questa nuova fase del mercato immobiliare e soprattutto tra le priorità che questa giunta si è data».

Thumbnail 20211021 112825Il sottopasso avrà una lunghezza di circa 90 metri e una larghezza di circa 4,5 metri che ospiterà due corsie per le biciclette, in entrambi i sensi di marcia, e una corsia pedonale. Lato via Filanda Nuova verrà individuato un parcheggio per 80 posti auto, dal lato opposto ne verrà realizzato uno con 30 stalli. Proprio il parcheggio nella zona di via Filanda Nuova permetterà di mantenere a nord il traffico proveniente da quella parte di città evitando un transito non necessario in centro.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21