I nomi dei grillini ravennati che aspirano a una poltrona in consiglio in Regione

Il candidato presidente sarà Stefano Benini, imprenditore di Forlì scelto online con 335 preferenze: «Saremo le sentinelle utili dei cittadini». Ora si attende l’ufficializzazione degli altri candidati

Stefano Benini Beppe Grillo

Stefano Benini con Beppe Grillo

Per i grillini la campagna elettorale per le Regionali dell’Emilia-Romagna rischia di essere quella più sofferta e più breve allo stesso tempo. Dopo mesi infatti in cui non si capiva se avrebbero partecipato o meno e, nel caso avessero partecipato, se si fossero o meno alleati con il Pd, compagni di un governo quanto mai travagliato, a poco più di un mese dalle elezioni si sa che ci saranno ma non si conoscono ancora i candidati.

Tutto (o quasi) è passato tramite la loro piattaforma di consultazione online Rousseau, prima il voto per partecipare alle elezioni, poi la scelta del candidato presidente che correrà da solo. Si tratta di Simone Benini risultato il più votato online con 335 preferenze.
Benini ha 49 anni, è nato e vive a Forlì. Secondo la biografia diffusa dal Movimento Cinque Stelle, è un piccolo imprenditore, sistemista programmatore senior, esperto di sistemi informatici. «Saremo le sentinelle utili dei cittadini. Solo la nostra presenza permette di affrontare le sfide del futuro».

Ora si attende l’ufficializzazione dei candidati delle varie circoscrizioni, compresa naturalmente quella di Ravenna. Dalle consultazioni online questi i risultati dei candidati consiglieri per la circoscrizione di Ravenna: Giancarlo Schiano 56 voti; Cinzia Pasi 45; Vincenzo Barnabè 45; Igor Gallonetto 41; Monica Mondini 33; Mauro Salerno 29; Giuseppe Olmeti 28; Alessio Lombardi 26; Fausto Geminiani 23; Stefano Cantagalli 22; Mariarosa Capirossi 13.

Ma, come si diceva, manca l’ufficializzazione (anche perché come noto in caso di 4 candidati serve la parità di genere). A quel punto potrà iniziare la vera campagna elettorale che, complici anche i giorni di festa, rischia di essere davvero brevissima. Nonostante questo, la presenza dei 5 Stelle rappresenta una variabile cruciale che potrebbe determinare le sorti delle elezioni, non tanto perché, stando ai sondaggi, Benini possa arrivare più che terzo, ma per i voti che potrebbe drenare in particolare dal centrosinistra appoggiato anche da forze ambientaliste.

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
CENTRALE LATTE CESENA BILLB 25 – 31 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 11 21