Entroterre Festival, «dove la musica porta al godimento». Parla Luca Damiani

Il direttore artistico, storico conduttore di Radio Rai, presenta la terza edizione della rassegna

LucaDamiani(1)

Luca Damiani

Partirà il 15 giugno da Portomaggiore, l’Entroterre Festival, il simposio itinerante di musica, arte e convivialità, nella terra emiliano-romagnola. Il festival, giunto alla sua terza edizione, unisce città distanti e diverse tra loro come Bertinoro (dove si concentreranno il maggior numero di eventi) e Portomaggiore, Albinea e Cervia, tra jazz, folk, blues e musica antica.

A parlarne è lo scrittore e conduttore radiofonico Luca Damiani (6 Gradi- Radio Rai 3), creativo e direttore artistico della manifestazione.

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

Cosa vuol dire essere il direttore artistico di un evento simile?
«Credo sia sempre una sfida, qualsiasi impegno si voglia prendere. E questa, in particolare, per la natura stessa di una manifestazione come Entroterre, che si muove tra i generi occupando molti spazi e appropriandosi di diversi luoghi».
Quale contributo e approccio ha portato a Entroterre?
«Quello che ho cercato di aggiungere è stata una scelta oculata dei musicisti e degli eventi che si svolgeranno tenendo presente la qualità, prima di tutto e poi la capacità che questi artisti hanno di dialogare con le risorse del territorio, le aspettative del pubblico e la tradizione consolidata di questa manifestazione».
Da colto e raffinato conoscitore del panorama musicale nazionale, e non solo, ma anche in veste di “suggeritore creativo” di concept e format originali, dentro i quali prenderanno vita alcuni degli eventi del Festival, la materia “musica” che ruolo avrà e come sarà, da lei, trattata?
«Un ruolo da assoluta protagonista ma declinata, come dicono quelli che se ne intendono e palleggiano con un italiano à la page, in una serie di sfaccettature di generi e di interpreti con una particolare attenzione verso il godimento inteso nella sua più larga accezione: non amo particolarmente la musica che si rivolge a pochi, chiusa in se stessa incapace di entusiasmare ed emozionare. Dunque, ottimi talenti per una serie di appuntamenti di grande soddisfazione».

Il festival partirà il 15 giugno a Portomaggiore con “DiVini in Musica”, il format ideato dallo stesso Damiani che unisce la magia della musica ai profumi del vino. Damiani conduce l’appuntamento affiancato dall’enologo Andrea Alpi.

Per restare aggiornati sul programma: https://www.entroterrefestival.it/ o https://www.facebook.com/entroterre.festival/

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19