Jazz a Forlì, tra artisti affermati, giovani romagnoli e talenti newyorkesi

Il programma della rassegna dal 4 al 10 novembre

Bosso Guidi Vt 222 Ph. Paolo Soriani SMALL

Bosso e Guidi

Forlì capitale del jazz per una settimana. Dal 4 al 10 novembre, infatti, si terrà la seconda edizione di “Jazz a Forlì”, rassegna musicale organizzata dall’associazione culturale “Dai de jazz,” con il patrocinio del Comune di Forlì, che mira non solo a portare artisti di caratura internazionale ma anche a dare la possibilità a giovani musicisti romagnoli di esibirsi per far conoscere al pubblico la loro arte.

Punta di diamante della manifestazione è certamente il concerto conclusivo, in programma il 10 novembre alle 18,  nella suggestiva cornice  dell’Auditorium San Giacomo. A calcare il palco, infatti, sarà il quintetto capitanato dal trombettista Fabrizio Bosso e dal pianista Giovanni Guidi. Lo spettacolo, “The Revolutionary Brotherhood”, prende il nome dall’omonimo disco che i due artisti presenteranno esibendosi assieme al sassofonista Francesco Bearzatti e a due tra i più interessanti giovani talenti emersi dalla vivace scena jazz newyorchese: Eric Wheeler (contrabbasso)  e Joe Dyson (batteria).

CIVICO 11 HOME MRT 05 – 19 12 19

A precedere  il concerto, appagando orecchie e palato, sarà il “brunch” in programma alle 12.30 alla Trattoria-Osteria dalla Maria, via Giorgina Saffi 3/b. A riscaldare l’atmosfera  la voce di Laura Avanzolini accompagnata al piano da Michele Francesconi.

Ad aprire il festival, il 4 e 5 novembre, sarà la seconda edizione di “Largo ai giovani”, rassegna dedicata agli artisti emergenti romagnoli che si avvicenderanno sul palco della Fabbrica delle Candele ognuna delle due sere a partire dalle 21. Saranno 4 le band che saliranno sul  palco. Ad aprire la kermesse sarà Tense Quartet, ovvero Giacomo Casadio (sax), Pietro Rossi (piano), Lorenzo Valentini (basso) e Tommaso Stanghellini (batteria). A chiudere, invece, il Nawa Jazz Trio composto da Nahuel Schiumarini (chitarra), Enrico Moretti (contrabbasso) e Manuel Giovannetti (batteria). La serata successiva sarà invece la volta di Anna Ghetti la cui voce sarà accompagnata da Silvia Valtieri (tastiere), Lorenzo Valentini (basso) e Tommaso Stanghellini (batteria). A chiudere la rassegna sarà Ear Trio, ossia Michele Scucchia (tastiere), Nicola Pazzi (basso) e Manuel Giovannetti (batteria).

A completare il programma l’appuntamento in programma all’Istituto Musicale A. Masini. Venerdì  8 alle 18, infatti, il sassofonista Stefano Bedetti e il pianista Fabrizio Puglisi incontreranno studenti e appassionati. Al termine dell’incontro si potrà assistere al soundcheck che precederà il concerto serale in programma alle 21.15.

Il programma completo della kermesse è disponibile sul sito www.artusijazzfestival.com. Info e prenotazioni: 340 5395208.

RAVENNA TEATRO SPETTACOLO BUFFA BILLB TOP 04 – 16 12 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19